Facebook, il social network più utilizzato per la promozione?

I Social Network sono diventati una promessa di grandi successi e ha fatto raggiungere spesso  grandi risultati a molte persone e aziende.
Molti marchi importanti li usano per raggiungere i consumatori facendone l’epicentro della propria strategia di Internet. E tra loro, Facebook è quello che prende la torta più grossa per quanto riguarda la cura delle aziende, perché è quello con un maggior numero di utenti attivi e può quindi aspirare a raggiungere un pubblico più vasto e più variegato.

Nel momento in cui anche le grosse imprese hanno cominciato a capire il potenziale di massa di Facebook, hanno anche capito i rischi che ci potevano essere con i social network e soprattutto con Facebook, quello di mantenere sempre un marchio seguito dalla gente.
Così molti continuano a commettere errori grossolani con le loro strategie su Facebook, che non danno spesso i risultati sperati , capendo solo dopo, che l’ investimento di soldi fatto è in realtà “bruciato”.

Quali sono gli errori più comuni che si fanno su Facebook e sui social network in generale?

Hootsuite ha appena rilasciato un’analisi che mette in evidenza i 10 errori più comuni che si fanno e che non sembrano così a prima vista. Uno dei principali fattori che spesso è responsabile degli errori sulle strategia dei social media delle imprese ed è un errore che tendono a fare in molti anche molte aziende e persone è che non si è ancora capito che i social network non sono un posto per il contenuto pubblicitario tradizionale (o, in generale, Internet non funziona bene per questo).

Mi spiego Meglio con un concetto solo:

“I consumatori vogliono stabilire una conversazione con il Marchio, l’Azienda o la Persona, non solo sentire il classico Gingle o la grande bontà e le caratteristiche sublimi del prodotto o del servizio.”

Riempire Facebook solo con contenuto promozionale è quindi un errore?

Si, perchè oggi i consumatori vogliono interagire con il contenuto pubblicitario, e se questo non corrisponde ai canoni del consumatore, viene scartato a prirori e non viene condiviso. Le Aziende e le Persone spesso non sanno che se il contenuto non arriva alla grande massa o alla nicchia è anche  perché Facebook penalizza direttamente tutti i contenuti promozionali freddi e non condivisibili che li rende sgraditi all’algoritmo che ordina il loro news feed.

Utilizzare Instagram per arrivare a Facebook?

Il potere seduttivo di Instagram è molto alto. Le aziende lo hanno capito e hanno accettato anche questo e, pertanto, si sono concentrate sulla creazione di contenuti per la rete sociale in cui il contenuto visivo premia (dopotutto Instagram è un Social Network di Immagini). Ma la cosa interessante è che le foto di Instagram possono anche essere pubblicate direttamente su Facebook, il che implica che molte marche stanno già facendo questo in automatico.
Ma questo alla lunga è un errore, poiché anche se si ha una bella immagine su Instagram, potrebbe non risultare ottimale per i contenuti su un altro social network, come ad esempio Facebook .

Il Brand su Facebook, deve avere un comportamento degno di un maestro Zen.

Creare quindi una pagina Fan su Facebook , dove la gente possa commentare il prodotto o il servizio è “semplice” certamente, e sembra molto facile rispondere ai commenti pungenti dei consumatori quando non sono soddisfatti di un determinato prodotto o servizio. Ma anche questa strategia è sbagliata.
Come ricorda Hootsuite non si dovrebbero inserire discussioni o osservazioni troppo negative. Poco importa che sia un cliente insoddisfatto, concorrenza o un troll che ha iniziato la discussione.

 

Utilizzare i temi di attualità del “momento” per attirare l’attenzione dei consumatori è una buona strategia?

Un altro elemento in cui è molto facile cadere quando si è desiderosi di ottenere l’attenzione del consumatore è quello di utilizzare i temi di attualità per posizionarsi nel news feed dell’utente. Ma trattare gli argomenti giusti non è sempre la migliore strategia. Prima di sedersi a utilizzare gli strumenti che indicano i temi del giorno e prima di utilizzare tali temi di attualità come esca, è necessario pensare se si adattano al nostro marchio e, soprattutto, se questi problemi sono inerenti con quello che facciamo.

Promuovere messaggi lunghi, ma non creare annunci con una strategia dietro?

Quando si tratta di pubblicità su Facebook, promuovere i messaggi che sono stati pubblicati nella pagina del profilo si presenta come uno dei modi più semplici, e garantisce virtualmente risultati più veloci quando si pensa di raggiungere consumatori che utilizzano queste strade.
Purtroppo Facebook non offre anche (o ancora?) questo servizio.
Vuoi che questo post raggiunga più persone?
Lasciare che il social network sia responsabile di tutto il lavoro sembra una delle opzioni più veloci e più semplici che si possano fare. Tuttavia, questa strategia non è quella giusta perché non funziona a medio e lungo termine. Utilizzare Facebook con gli strumenti di pubblicità più adatti (facebook Ads ) sapendoli usare , è sicuramente la migliore strategia che ti farà ottenere davvero ciò che vuoi raggiungere e ti farà toccare con mano quello che tornerà da tale investimento.

Nessun test con gli annunci?

Se hai una strategia pubblicitaria e investi in annunci su Facebook, meglio saperlo fare.
Facebook permette di fare testing sui tuoi annunci e scoprire che cosa funziona meglio quando si tratta di raggiungere un determinato pubblico. È uno strumento che consente pertanto di verificare due tipi di pubblicità e determinare quale ha il migliore risultato. Nessuno vuole sprecare il proprio denaro. In questo modo si può vedere come si raggiungono meglio i consumatori, dal momento che non dobbiamo dimenticare che ci sono molte variabili che possono rendere migliore o peggiore il nostro annuncio su Facebook e quale tipologia di consumatore risponde meglio o peggio.

Aggiornamento Veloce ed Efficace su Facebook

Ma non bisogna solo pensare a metodi di pagamento per raggiungere il pubblico, ma bisogna anche studiare cosa si può fare in modo organico per mantenere una strategia precisa. Su Facebook dovresti pubblicare regolarmente contenuti condivisibili, è necessario mantenere un certo ritmo di pubblicazione e soprattutto non farti prendere dal panico per un post e quindi non starci troppo tempo per creare il tuo blog post. Vale a dire che i social network sono un universo che si muove molto velocemente e non puoi passare ore e ore a pensare ad ogni post su Facebook

Quanto aiutano i video pubblicati?

I video sono uno elemento importantissimo e che ottengono buoni rapporti di ingaggio su Facebook, ma il video deve anche essere curato e devi lavorarlo molto nello specifico (e tenendo anche conto delle regole che Facebook impone). Quindi, continuare a utilizzare i video di YouTube e da altre fonti al di fuori di Facebook oggi è un errore visto che Facebook possiede la sua piattaforma Video. Pubblicare un video di YouTube e caricare su Facebook non funziona più come un tempo. Ora devi farlo direttamente su Facebook per ottenere una migliore conversione a livello virale.
.

Non spiegare chi sei?

Questo è l’errore più da principiante che si possa fare , se non racconti chi sei e cosa fai è l’inizio del fallimento per il tuo Brand , per il tuo prodotto o servizio. Non basta solo creare un semplice profilo di Facebook, ma devi anche spiegare cosa fai , da quanto tempo, perchè e quale è il tuo prodotto o servizio, in maniera che le persone possano davvero fare le loro ricerche in trasparenza. La parte di chi siamo, il profilo di Facebook e le informazioni da aggiungere, non sono una moda o un modo di sprecare del tempo, ma è la chiave per i consumatori di sapere chi sei e di accedere a più dettagli sul tuo Brand. Quindi non includere informazioni personali quali l’URL della società o del tuo sito ,o contatto telefonico e skype è un errore.

In conclusione ne deduci insieme a me che oggi Facebook è diventato il social più importante per la pubblicità dei tuoi servizi, prodotti e del tuo Personal Brand, ultimamente ha anche creato una vera e propria indagine di mercato “nascosta” , ma che ha dato la possibilità in un prossimo futuro a moltissime aziende di creare prodotti e capire subito a chi proporli, impara da chi lo sa fare meglio, copialo e replicalo.

newsletter-it

Comments

comments

2 Trackbacks & Pingbacks

  1. Il SEO è passato di moda! | Il Blog di Lorenzo
  2. Come sfruttare al meglio un Blog? | Il Blog di Lorenzo

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Vuoi Sapere come PERDERE INESTETISMI senza STRESS?

Prodotto ESCLUSIVO 100% made in Italy sviluppato grazie al genio della Dottoressa Giovanna Menegati per combattere (e rimuovere), gli inestetismi della cellulite.

Si  Voglio Scoprire Come