FlashCrash – BTC perde (e aumenta) 1000 $ su Kraken in 5 minuti e Bitfinex può essere un sospettato?

btc-flashcrash-bitfinex-exchange-wave-altcoin-dump-pump

BTC non smette mai di sorprenderci.

Un nuovo flashcrash è accaduto poche ore fa, questa volta nel mercato Bitcoin del popolare Exchange Kraken (XBT). In meno di 5 minuti, BTC ha perso più di $ 1000 del suo valore.

L’evento particolare si è svolto il 25 aprile 2019 . Il prezzo è sceso da 5465,3 USD a 4357,1 USD, riempiendo un gran numero di ordini di acquisto a prezzi insolitamente bassi.

Durante quei 5 minuti, sono stati spostati più di 1500 BTC. Dopo questa vendita immediata, il prezzo è tornato al suo costo normale, chiudendo la candela di 5 minuti a 5452,9 USD.

Questi tipi di eventi sono accaduti in altre occasioni.

Le spiegazioni possono andare dalla cattiva programmazione dei bot ai semplici errori umani. Un’altra causa può essere l’entrata o l’uscita rapida di una balena, che immette ordini di vendita enormi per ottenere immediatamente denaro, ma potrebbe essercene un’altra più complessa.

Fino ad ora, rimane sconosciuto chi potrebbe essere il responsabile per l’impostazione dell’ordine, quindi possiamo solo speculare sulle cause di questo strano incidente.

Qualche giorno fa, un evento simile si è verificato a Binance.

Il 17 aprile 2019, alle 8:52 del mattino, Waves ha subito un calo vicino al 99% del suo valore, passando dal costo di 5070 Sats a 10 satoshi. Subito dopo, il token è salito del 5000% per essere posizionato vicino a 5078 Satoshis per gettone.

Oltre a diversi Pump e Dump coordinati, generalmente in monete di basso volume, è fondamentale notare che, come nel caso di BTC, i più importanti sono anche gli oggetti di questo tipo di eventi. Un esempio notevole è stato quando l’ETH ha perso quasi il 90% del suo valore, passando da circa $ 100 a un prezzo vicino a $ 13 il 6 dicembre 2018.

Ma c’è anche da dire, e non è da sottovalutare anche il fatto che un documento svelato giovedì dall’ufficio del procuratore generale di New York (NYAG) ha rivelato che iFinex, la società che gestisce sia Tether (USDT) che Bitcoin exchange Bitfinex, è stata citata in giudizio per una causa promossa dalla società ufficiale Letitia James, iFinex Inc, che è la società dietro le due summenzionate startup cripto, che ha promosso “emissione, distribuzione, scambio, pubblicità, negoziazione, acquisto, consulenza di investimento o vendita di titoli” nello Stato di New York , fatto illegale senza la licenza e la documentazione appropriate.

La causa ha anche rivelato che Bitfinex avrebbe inviato $ 850 milioni a una società con sede a Panama, non riuscendo a ottenere i fondi , e ha continuato a saccheggiare quasi $ 1 miliardo di riserve di tesoreria di Tether per soddisfare i suoi clienti.

Come risultato di questa notizia, BTC cadde immediatamente.

Dopo 30 minuti dalla pubblicazione delle notizie, BTC è sceso da $ 5,550 su Coinbase a un minimo di $ 4.950 – un crollo di poco più del 10% – e su Twitter si è diffusa questa notizia in pochi minuti.

Hanno seguito l’esempio le Altcoin, con l’USDT che è sceso a $ 0,98 su un certo numero di scambi.

Come fa notare la ricercatrice Hasu, il fatto che Bitfinex sia penetrato nelle riserve di Tether effettivamente verifica che l’USDT sia effettivamente sostenuto, e che lo scambio stava solo sfruttando pratiche commerciali scorrette e / o è stato sfortunato con il suo processore / partner di pagamento con sede a Panama.

La fine di Bitfinex?

Bitfinex risponde, ma si fugge comunque!

Circa un’ora dopo questa notizia sul Wall Street Journal , un membro dello staff di Bitfinex che faceva parte di “Garbisha rilasciato una dichiarazione sul forum ufficiale Reddit dell’azienda.

Il dipendente ha spiegato che il “team di Bitfinex sta esaminando la documentazione” e una dichiarazione verrà rilasciata in merito nelle prossime ore. Nonostante questa risposta, che è stata ritenuta poco illuminante e priva di significato per la maggior parte, gli utenti stanno rivelando che stanno ritirando tutto il loro capitale dalla (non così) popolare piattaforma crittografica.

Che sia partito tutto da questa notizia, probabilmente NI, ma il fatto che questi Exchange inizino a fare un pò quel che gli pare sta davvero stretto a tutti coloro che sono appassionati a questo settore, perchè queste cose danneggiano tutto il settore, quindi reputo giusto che gli Exchange a questo punto facciano una campagna contro questo tipo di sistemi, così come lo hanno fatto per buttare fuori dai loro Exchange BSV.

La decentralizzazione va ricercata anche sugli Exchange, se non vogliamo vedere l’inizio di una fine programmata e la nascita di nuovi Squali finanziari che cambiano nomi, da Banche a Exchange.

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.