Non è tutto oro quello che luccica!

(3 minuti e 34 secondi per la lettura dell’articolo)

Cosa stanno acquistando in questo momento storico le banche?

Tempo addietro scrissi un articolo in cui trattavo e cercavo di vedere la somiglianza che ci poteva essere fra i grafici dell’oro e quelli di Bitcoin e questo può essere legato sicuramente anche a quello che sta avvenendo da qualche mese in cui le Banche Centrali del mondo hanno acquistato più oro nel 2018, ad un tasso più rapido dal 1967.

Ma le banche stanno anche acquistando l’oro del 21 secolo?

L’oro ha raggiunto il massimo da sei anni ($ 1.431), bitcoin ad un massimo di 15 mesi ($ 11.385).

L’aumento di entrambi è dovuto alla crescente tensione geopolitica mondiale e alle politiche monetarie a buon mercato delle banche centrali che prestano denaro ai governi, accumulando debiti?

Secondo me si!

Ma quindi l’oro vale di più oggi?

No, l’oro vale da sempre più di quello che invece è il suo prezzo in dollari, e questo ormai da qualche millennio, ma accade quello che sta accadendo anche per Bitcoin, quando il dollaro cade, il prezzo dell’oro, che è in dollari, aumenta e la cosa fa aumentare anche la domanda, visto che nessuno vende ma tutti vogliono accumulare.

Mettendo da parte tutte le voci correlate a Libra che, si dice sarebbe la concorrente diretta di Bitcoin (LOL),soprattutto dopo che uno dei cosiddetti “confidenti di Trump”, Stephen Moore, parlando con Yahoo Finance ha esordito dicendo che l’ultima incursione di Facebook in fintech potrebbe essere una “buona cosa”, citando “l’equilibrio” sul progetto e aggiungendo che questo nuovo progetto rappresenta una sfida alla finanza tradizionale e ai regolatori a causa del suo potenziale sconvolgente, e ponendo il caso che il dollaro si deprezzasse o si iper svalutasse, farebbe comunque decadere quasi subito il progetto LIBRA che è legato ad un prezzo dollaro, mentre Bitcoin e Oro fregandosene altamente della valuta di riferimento (e non guardare alla speculazione quando dico questo ma al “baratto”) e viaggiando per i fatti loro, potremmo sostenere che il prezzo dei due (Oro e Bitcoin) possa essere correlato, e il denominatore comune è l’incertezza geopolitica ed economica.

Detto questo, ci sono delle differenze tra le due “materie prime” e una delle più importanti se guardiamo la cosa a livello di investimento è che: il bitcoin ha sovraperformato l’oro di un considerevole margine.

In parole povere: gli investitori in oro hanno registrato un guadagno dell’11% dal 1 ° gennaio 2019, quelli in Bitcoin del 212%.

(APRO PARENTESI) Chi si è lanciato nel Bitcoin ha rischiato 1000 volte di più di chi fa l’hodler nell’oro (CHIUDO PARENTESI)

Indubbiamente, sono convinto e sicuro che l’oro non verrà assolutamente spazzato via da nessuna valuta creata dall’uomo e che il suo ruolo nel mondo resterà sempre quello di Bene Rifugio per eccellenza, e non penso che Bitcoin sia nato per distruggere l’oro, anzi credo proprio che ci convivrà per molto tempo, quindi è sbagliato paragonare il bitcoin all’oro, così come è sbagliato paragonare una blockchain Centralizzata con una Decentralizzata.

L’Oro e il Bitcoin stanno crescendo come bene rifugio?

L’oro e il bitcoin oggi sono percepiti come beni rifugio ma non necessariamente dalle stesse tipologie di persone, ma la sicurezza e la diversificazione è la logica dei momenti storici dubbi e quindi questa logica porta ad avere un po ‘di oro nel portafoglio e anche dei bitcoin, con l’affermazione mentale del ” Non si sa mai”.

Le banche centrali, saranno le prime a rivelare che hanno una riserva di bitcoin nei loro caveau digitali e le voci che la banca centrale russa stava acquistando bitcoin, basato sul sondaggio di un professore russo che si pensava fosse vicino al governo di Putin, si stanno dimostrando ampiamente evidenti, visto le ultime azioni degli Usa fatte nei confronti di Russia e Cina.

Il 2019 era l’anno in cui mi immaginavo già la Fomo Istituzionale, ben più potente della FOMO del 2017 che aveva preso soprattutto piccoli investitori e persone comuni, infatti gli acquirenti istituzionali stanno guidando questa corsa di tori di bitcoin e possibilmente le banche centrali stanno anche guidando la corsa dei tori dell’oro.

Dato che le banche centrali sono di gran lunga i maggiori possessori di lingotti d’oro, non ci sarà da sorprendersi quando si scoprirà che nel bilancio di una banca centrale si troverà anche bitcoin.

Dopo tutto il governatore della Banca d’Inghilterra ha dichiarato che la banca centrale del Regno Unito sta prendendo in considerazione la possibilità di detenere qualche crypto, e secondo te cosa prenderà LIBRA o Bitcoin e/o Ethereum?

Stanno anche nascendo molti stablecoin ancorati all’oro, uno lanciato dall’Iran a Febbraio mentre cerca di combattere le sanzioni economiche statunitensi, così come stanno nascendo stablecoin legati a al petrolio come in Russia e Venezuela (Visto che il petrolio è legato al dollaro), o stablecoin legati a Bitcoin (progetto di Binance) o ad Ethereum (DAI il progetto di Maker) .

Conclusioni

Non è tutto oro quello che luccica e diciamo che il mondo Crypto e della Blockchain stiano davvero dimostrando il loro valore e non il loro prezzo, questo è ancora distante dal suo vero valore, ma la cosa che dimostreranno sarà che non potrai mai ingabbiarli e saranno di aiuto nei momenti storici peggiori, che poi è quello che nel tempo ha sempre fatto l’Oro, la vera differenza è che Bitcoin ha raggiunto un’indipendenza maggiore rispetto anche all’oro fisico, dimostrando di essere come un’Araba fenice, più provi ad ucciderlo e più gli dai forza.

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.