Il Denaro Decentralizzato e la Libertà di Pensiero

Il Denaro Decentralizzato come bitcoin mostra il modo di preservare la futura Libertà di Pensiero

Bitcoin è un’invenzione unica nella storia dell’umanità. La scarsità della criptovaluta inventata da Satoshi Nakamoto è assoluta nel suo genere.

Mai prima d’ora un’invenzione umana è stata dotata di tale scarsità e consapevole dell’importanza della sua invenzione, Satoshi Nakamoto (entità, organizzazione o persona fisica poco importa) decise di regalarlo a tutti gli abitanti della Terra come un magnifico dono.

Grazie a questa decisione, Bitcoin appartiene a tutti.

Bitcoin non ha leaders che possono imporre decisioni arbitrarie su altri utenti e quindi oltre a questa assoluta scarsità esiste un decentramento totale.

Nessun’altra criptovaluta può pretendere di offrire lo stesso livello di decentralizzazione di Bitcoin, ci sta provando Ethereum e probabilmente riuscirà anche nell’intento, ma Bitcoin dalla sua avrà sempre un valore aggiunto in più che è quello del tempo e quindi caposaldo e primo in assoluto in questa Rivoluzione sociale e culturale.

Il denaro decentralizzato come Bitcoin è un’arma essenziale

Questa decentralizzazione è essenziale per gli utenti di Bitcoin perché offre loro un’incredibile garanzia in questo mondo attuale incerto: nessuno può confiscare ciò che possiedi in bitcoin fintanto che hai le chiavi private associate ai tuoi bitcoin in tuo possesso.

Bitcoin è un’arma che ti consente di resistere a qualsiasi tipo di censura.

Con l’attuale sistema monetario e finanziario, ad esempio, i governi hanno il potere di congelare i tuoi beni se agisci in modo contrario ai loro desideri e anche le banche private hanno un potere equivalente sui tuoi beni economici.
Sempre più banche impediscono ai loro utenti di effettuare transazioni di loro scelta per ragioni oscure che sono puramente arbitrarie, addirittura bloccando “preventivamente” bonifici effettuati dai proprietari dei suddetti soldi perchè non piace a loro il tipo di acquisto che fai con i tuoi soldi (il paradosso)

Come privato, se possiedi bitcoin, puoi effettuare le transazioni che desideri, nessuno può impedirti di farlo, nessuno può farti pressione minacciando di sequestrare i tuoi bitcoin se critichi i governanti del tuo paese o se acquisti qualcosa che alle banche non piace.

Come un’arma incredibile per preservare la tua ricchezza in modo resistente alla censura, Bitcoin sottolinea l’importanza del denaro decentralizzato.

Nel mondo di domani, la conservazione della libertà di idee richiederà sempre più decentralizzazione e Bitcoin ha dato via a questa rivoluzione partendo dai soldi, che nel tempo invece hanno limitato e limiteranno sempre di più la vera libertà individuale, ma il problema è molto più ampio nella realtà.

YouTube e i Social censurano i contenuti relativi a Bitcoin e criptovalute

Negli ultimi mesi, i Giganti del Web hanno dimostrato che la libertà di idee su Internet è più limitata che mai. Nel mondo delle criptovalute, Google ha fatto notizia da diversi mesi censurando video su Bitcoin o Altcoin.
La guerra di Google contro Bitcoin e le criptovalute su YouTube è una dura lezione che mostra perchè la comunità deve passare ad alternative decentralizzate.

Alcuni account YouTube di influencer noti sono stati persino sospesi per diversi giorni o addirittura eliminati in alcuni casi.
In ogni caso, le vittime di questa censura hanno dovuto lottare per diversi giorni per ottenere il supporto di YouTube e per ottenere le loro richieste di rimettere online i loro video.

L’unica risposta di YouTube ogni volta è nascondersi dietro il proprio robot incaricato di rilevare contenuti pericolosi o contenuti non conformi alle regole della piattaforma. Le regole che cambiano costantemente e che troviamo difficili da capire, devono essere ammesse, perchè il coltello dalla parte del manico è sempre di un potere centrale che è quello che ha Youtube.

Google pratica la censura su ciascuna delle sue piattaforme

Nel mondo dello sviluppo di applicazioni Android, il Play Store di Google regna sovrano. Uno sviluppatore che non ha accesso al Play Store per distribuire le sue applicazioni non può sperare di generare abbastanza denaro perché il suo lavoro sia veramente ricompensato.

Per anni, Google ha fatto affidamento sul lavoro di sviluppatori indipendenti per popolare il suo Play Store con il maggior numero possibile di applicazioni, inserendo qualsiasi robaccia anche. Ora che Google è un leader egemonico in questo campo, si permette di censurare gli sviluppatori a proprio piacimento e decidere cosa pubblicare e cosa non pubblicare.

Molti sviluppatori vedono le loro applicazioni rimosse senza che Google spieghi davvero il perché. Dopo diverse eliminazioni di app, il robot di Google che controlla il Play Store potrebbe persino optare per un divieto completo del tuo account editore Play Store a suo piacimento e senza alcuna motivazione, quella è casa sua e decide Google se gli piaci o no, e nel giro di pochi minuti, vieni bandito dal Google Play Store per sempre.

Se sei uno sviluppatore Android, tale decisione presa da un robot nel giro di pochi secondi mette a rischio anni di lavoro e molte startup sono state costrette a chiudere a causa di Google.
Ti deruba del solo modo in cui puoi fare soldi sviluppando applicazioni Android. Infatti, senza accesso al Play Store, l’applicazione rimarrà confidenziale, a meno che non confidi il tutto una web app o il passaparola, ma sarebbe ben più complesso.

ATTENZIONE: Naturalmente ci sono anche motivi validi per evitare che vengano messe online applicazioni fraudolente o servizi fraudolenti, ma la cosa non vieta comunque a Google di far passare per fraudolento qualsiasi cosa non piaccia a Google stesso.

Questo è un monopolio che consente a questo Gigante del Web di decidere arbitrariamente su milioni di persone, e non commettendo (fra l’atro ) nessun illecito ( o quasi) , visto che Google è un’azienda privata che determina le sue regole.

Apple fa lo stesso di Google sul suo App Store

La situazione non è molto migliore in Apple che decide di vietare ad alcune aziende la pubblicazione di applicazioni sul proprio App Store in modo totalmente arbitrario.

Apple, ad esempio, richiede che le applicazioni pubblicate sul suo App Store passino attraverso il sistema di pagamento in-app dell’azienda (come se fosse un PIZZO? )

Pertanto, Apple può guadagnare il 30% su ogni pagamento elaborato dalle applicazioni iOS pubblicate sul suo App Store.

Per evitare quello che sembra un furto, in passato Netflix ha deciso di rimuovere il pagamento in-app nella sua applicazione iOS. Google sta ovviamente facendo la stessa cosa sul suo Play Store.

Più di recente, Apple ha minacciato di rimuovere le applicazioni dall’App Store se non utilizza il sistema di pagamento in-app di Apple.

Twitter e Facebook censurano i contenuti sui rispettivi social network

Anche nel mondo dei social network, la situazione sta diventando sempre più preoccupante. Facebook e Twitter si stanno così prendendo la libertà di rompere la neutralità che tali piattaforme devono osservare, e che nascono come piattaforme social libere e senza pregiudizio o censura alcuna.

Invece Facebook si permette di bloccare sempre più contenuti, anche di personalità illustri in campo medico o scientifico, bloccando allo stesso tempo gli account degli utenti in modo completamente arbitrario e senza specificare le ragioni, instituendo addirittura i FACT CHECKER, robot o persone, non si sa ancora cosa siano, che decidono arbitrariamente e in maniera centralizzata cosa sia una vera notizia da cosa sia una falsa notizia. Fare appello è un processo lungo e doloroso che non finisce quasi mai a tuo favore.

Twitter si è recentemente presa la libertà di censurare i tweet del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Che tu sia d’accordo o in disaccordo con Donald Trump, ciò solleva una vera domanda sulla conservazione della libertà di idee.

All’inizio di febbraio 2020, Twitter ha vietato l’account di ZeroHedge dopo che il sito ha pubblicato un articolo che suggeriva che il coronavirus poteva essere stato creato in un laboratorio cinese.

A quel tempo, questa teoria sembrava inverosimile, ma ZeroHedge successivamente ha dimostrato di aver ragione, mentre i funzionari dell’intelligence degli Stati Uniti in seguito discussero pubblicamente questa teoria.

Il potere di censura di Google è immenso e pericoloso

Il potere di Google quando vuoi monetizzare i contenuti online è enorme. Con AdSense e AdMob, Google ha un peso considerevole nella sopravvivenza di un sito Web o di un’applicazione mobile i cui ricavi provengono principalmente dalla pubblicità online.

Google ha appena deciso nel giugno 2020 che il sito di ZeroHedge non può più essere monetizzato con AdSense. Le violazioni delle loro regole sono la causa di questa decisione che sembra ancora una volta censura.

Ti ho appena dato alcuni esempi eloquenti qui, ma devi capire che il problema è molto più ampio. Ad esempio, non ho nemmeno menzionato il motore di ricerca di Google, il così detto SEO di Google.

Con una quota di mercato globale di oltre il 90% nel 2020 per il suo motore di ricerca, Google è davvero la porta di accesso al Web.
Ciò consente a Google di fare il bello e cattivo tempo imponendo tutte le sue regole arbitrarie.

Se Google decide di vietarti dal suo motore di ricerca, hai qualcosa di cui preoccuparti, perché le alternative non ti permetteranno mai di raggiungere lo stesso traffico sul tuo sito web. (probabilmente anche questo articolo verrà nascosto da qualsiasi motore di ricerca, anche se io sono piccolino quindi non do ancora nessun fastidio)

La libertà di idee per il mondo di domani è in grave pericolo.

Le piattaforme decentralizzate sono la chiave per preservare la futura libertà di idee e se hai optato per Bitcoin, hai già un’arma nel dominio del denaro per combattere questa censura che diventerà onnipresente in futuro. Questo è un buon inizio, ma non è abbastanza.

Poi se vuoi scoprire se sei un Vero Bitcoiner e con mentalità decentralizzata allora ti consiglio di leggere anche questo ARTICOLO subito sotto.

Devi andare oltre e cercare di aiutare tutte le piattaforme decentralizzate.

Ciò significa sensibilizzare i creatori di contenuti e gli utenti. Se sei un creatore di contenuti, smetti di pubblicare solo i tuoi video su YouTube. Esistono alternative decentrate come LBRY, Bitchute, BitTube, PeerTube e Dtube.

Queste alternative non generano le stesse entrate di YouTube attualmente e neanche la stessa visibilità, ne sono consapevole. Ma è proprio aiutandoli a crescere che li aiuteremo a pesare e ridurre il dominio di YouTube.

Inoltre, creando un pubblico su queste piattaforme, si è in grado di avere un piano B se YouTube dovesse eliminare il nostro account.
Pensiamo di essere al sicuro, ma potrebbe succedere a chiunque prima di quanto si pensi.

In termini di piattaforme di blog, Medium è una soluzione fantastica. Tuttavia, ci sono anche altre piattaforme come Voice, Publish0x o Hive. Questo può permettere di raggiungere più potenziali lettori, offrendo nel contempo un piano B. (si è vero io ancora uso Worpress, ma pubblico già su Medium e sto studiando anche le altre piattaforme, che ancora Ahimè non sono performanti)

Anche l’iniziativa Domini inarrestabili deve essere studiata bene. La società offre l’acquisto di nomi di dominio blockchain. Il suo servizio consente di creare siti Web resistenti alla censura. I domini inarrestabili ti consentono anche di creare un sito Web resistente alla censura da associare al tuo nome di dominio.

Conclusione

Queste iniziative decentralizzate si moltiplicheranno in futuro. Preservare la libertà di idee diventerà sempre più importante nei prossimi mesi e anni.

La transizione da un mondo in cui i sistemi centralizzati dominano scandalosamente un mondo decentralizzato non avverrà dall’oggi al domani. Ci vorrà del tempo, ma come per bitcoin e denaro, rappresenta chiaramente il futuro.
Come utente, devi assolutamente supportare queste iniziative se vuoi continuare a goderti la tua libertà di parola su Internet in futuro.

Fino a quando sarà possibile Seguimi su Facebook sulla Pagina Blocksecrets™ e sul canale Telegram Pillole di Blocksecrets™ e metti un bel like al post, ma soprattutto condividi e passa il favore chissà che Google non is incazzi per questo :D.

Ah dimenticavo il mio account Peertube, iscriviti e metti un segui….

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Abbiamo portato il mining ad un livello superiore a cui tutti possono accedere con semplicità e grandi vantaggi. 🔝Grazie a SWAG anche tu puoi unirti ed essere un miner a tutti gli effetti. ⛏⛏⛏

Scopri come essere tra i primi

👉🏻CLICCA QUI PER INFO👈🏻

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.