La Blockchain può risolvere i problemi di Embargo di alcuni paesi?

blockchain-venezuela-iran-petro-criptovaluta-bitcoin

Molti paesi stanno facendo progressi nell’adozione e nello sviluppo della blockchain.

E.U. Report del Forum Blockchain, delinea la necessità di sviluppare la blockchain e l’implementazione di “versioni digitali delle valute nazionali”, sottolineando le “proprietà intrinseche chiave” della sicurezza blockchain.

Sebbene la criptovaluta emessa dal governo sia una bestia diversa, e a mio avviso mlto pericolosa perchè risulterebbe centralizzata, l’interesse per l’uso della blockchain è un passo verso l’accettazione generalizzata.

Evitare le sanzioni usando Blockchain

Ad agosto, Forbes ha riferito che il regime iraniano ha annunciato piani per creare una criptovaluta nazionale con l’intento di eludere le sanzioni statunitensi reimposte dall’amministrazione Trump all’inizio di quest’anno.

La copertura contrasta i benefici che Dalari menziona suggerendo che l’Iran sta adottando misure per evitare sanzioni, in coordinamento con la Russia, utilizzando il decentramento inerente alla tecnologia per aggirare l’embargo commerciale degli Stati Uniti.

In effetti, la mossa potrebbe aggiungere scetticismo sull’intento dell’Iran di adottare la nuova tecnologia.

I funzionari iraniani, in linea con il Venezuela, hanno anche impedito lo scambio di Bitcoin e altre criptovalute nel tentativo di contrastare l’adozione di una valuta internazionale decentralizzata, con l’intento di costringere i cittadini a utilizzare una crittografia emessa dal governo.

Di nuovo, questo sconfigge alcune delle ideologie comuni dietro la blockchain che se centralizzata potrebbe essere ancora più pericolosa del sistema attuale fiduciario, perchè ci sarebbe ancora più controllo sulla finanza da parte di pochi ai danni dei tanti.

Tuttavia la blockchain e la crittografia sono due modi “legali” per permettere a Governi che hanno un Embargo Internazionale, solitamente con gli USA, di poter commerciare liberamente con altri paesi che accettino la criptovaluta, così come permetterebbe a paesi Iperinflazionati di uscire da uno stato di profonda crisi e riattivare l’economia.

Futuro di Blockchain in Iran

L’Iran continua notoriamente a scacciare l’ideologia occidentale, e insieme all’Iran troviamo ora in prima linea anche il Venezuela, che da poco ha iniziato anche a pagare le pensioni in Petro, in entrambi i paesi, indubbiamente c’è un forte mainstream che ci fa pensare che siano i nemici da abbattere perchè hanno alzato la testa contro gli USA?

Tuttavia, l’implementazione della tecnologia blockchain per miglioramenti sociali ed economici potrebbe essere un passo avanti positivo.

La vera rivoluzione però sta nel mantenere decentralizzata questa tecnologia e nel favorire lo sviluppo di reti decentralizzate al 100%, il contrario sarebbe PERICOLOSISSIMO.

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.