60 banche giapponesi creano una piattaforma di pagamento digitale

banca-giappone-sbi-jcoin-

All’inizio del 2017, la banca Mizuho, ​​una delle più grandi banche pro-blockchain in Giappone, ha sperimentato la tecnologia.

Impostare per interrompere le impostazioni tradizionali, la banca ha completato con successo una transazione commerciale inviando in blockchain dei documenti dal Giappone all’Australia.

La banca insieme ad altre 60 sta lanciando una nuova piattaforma di elaborazione dei pagamenti, J-Coin. Con un obiettivo ambizioso queste banche stanno creando una piattaforma digitale privata indipendente da qualsiasi blockchain, pubblica o privata.

Il consorzio di banche guidato da Mizuho, ​​una sussidiaria del gruppo finanziario Mizuho e guidato dal CEO, Koji Fujiwara creerà quindi una piattaforma di banca digitale con l’efficienza, la convenienza e la velocità.

In un comunicato stampa, la moneta tirerà fuori un Portafoglio J-Pay.

“Mizuho Bank, Ltd. (Presidente e CEO: Koji Fujiwara), una filiale principale di Mizuho Financial Group, Inc. (Presidente e CEO: Tatsufumi Sakai), avvierà una nuova piattaforma bancaria digitale J-Coin Pay nel marzo 2019, in collaborazione con circa 60 altri istituti finanziari. “

Per consentire ai clienti di inviare e ricevere in modo efficiente pagamenti dai loro smartphone, J-Pay utilizzerà principalmente il QR-Code. Oltre al trasferimento di base, gli utenti possono inviare fondi dai propri portafogli J-Pay ai propri conti bancari gratuitamente, “sempre e ovunque”.

È chiaro che il lancio di questa moneta è perfettamente in linea con l’obiettivo del governo giapponese interessato a passare a una società senza contante sfruttando una tecnologia come la Blockchain, ma slegata dai colossi a quanto sembra.

Tradizionalmente, il Giappone è molto ricco di liquidità, in ritardo rispetto alla Cina, dove la maggior parte dei pagamenti avviene tramite AliPay e WeChat, e questo fa parte di una revisione più ampia volta ad aumentare la penetrazione dei pagamenti digitali dal 20% ad almeno il 40% entro il 2025.

E non è il primo esperimento, infatti già lo scorso anno un altra holding Giapponese molto importante ha iniziato a testare la sua nuova piattaforma.

Inoltre, il servizio coincide con la preparazioni per le Olimpiadi di Tokyo nel 2020 e per evitare possibili caos e frustrazioni, il portafoglio J-Pay sarà disponibile per tutti, compresi i visitatori.

Il consorzio bancario si interfaccia con gli operatori di codici QR del paese di origine del visitatore, consentendo transazioni finanziarie senza interruzioni, compreso il trasferimento di fondi dallo smartphone dell’utente, una funzionalità che non è disponibile nei sistemi legacy.

Ad un livello più profondo, è una mossa strategica della Banca del Giappone che cerca di stimolare la sua economia 30 anni dopo il crollo del Real Estate, il Black Swan del 1987-90.

Non è difficile capire perché, il paese ha una popolazione che invecchia e la maggior parte non è pronta a fare il salto digitale nonostante il resto del mondo si stia rapidamente spostando dai contanti. Salvando le imprese dagli inconvenienti legati alla gestione del contante, vi è un ulteriore margine di miglioramento che alla fine porta a una maggiore produzione.

Indubbiamente questo si che sarebbe un Killer di Ripple davvero, non di sicuro una blockchain decentralizzata.

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.