Stato di salute di Bitcoin

Tempo di lettura 3 Minuti e 45 Secondi, ma ne vale la pena.

Lo stato di salute di Bitcoin incerto o sicuro?

In queste ore, praticamente da ieri sera, il prezzo di BTC ha subito un Dump improvviso, naturalmente se segui la mia pagina Blockcsecrets™ avrai letto che lo avevo già previsto anticipatamente, ma ti ricordo che non sono un trader e non do consigli finanziari, ma sono un semplice osservatore di questo settore dal 2012 e quindi ti do’ la mia opinione personale.

Vediamo come sta Bitcoin guardando il mondo e prendendo in considerazione i tre fattori che, a mio avviso dovrebbero far salire di prezzo BTC a medio e lungo termine.

Trump spara e JP Morgan rilancia.

Se andiamo a vedere le notizie dal mondo possiamo davvero ridefinire il fatto che Bitcoin si fa davvero i Caxxi suoi, e il suo prezzo va al di fuori di ogni logica, oppure no?

Secondo JP Morgan, il dollaro USA potrebbe essere in procinto di morire, e questo potrebbe essere rialzista per il prezzo di Bitcoin, anche se quando JPM attaccava BTC il suo prezzo poi schizzò alle stelle, sembra quasi che JPM sia il Fassino della finanza, naturalmente permettimi la battuta.

In ogni caso un rapporto “strabiliante” ha rivelato che la famosa banca ritiene che “l’USD potrebbe diventare vulnerabile a una perdita di valore rispetto a un paniere di valute più diversificato, incluso l’oro”. Gli analisti della banca citano i “deficit persistenti e in aumento negli Stati Uniti (sia in campo fiscale che commerciale”).

Infatti, le previsioni attualmente indicano il deficit fiscale dell’ America per raggiungere $ 1 trilione di dollari entro il prossimo decennio. Ciò potrebbe comportare una relativa svalutazione rispetto a un paniere diversificato come scrive la banca, e potrebbe effettivamente essere un catalizzatore per il dollaro USA che inizia a retrocedere come valuta di riserva del mondo.

E alla voce di JPM si unisce anche quella del capo della Bank of England – l’autorità monetaria dietro la sterlina. Come riportato in precedenza in un post recente sul canale Telegram, il banchiere centrale ha affermato che il mondo ha bisogno di un sistema monetario e finanziario completamente nuovo, citando il suo sentimento secondo cui il sistema basato sul dollaro statunitense che esiste oggi è piuttosto arcaico.

In effetti, Reuters riferisce che Carney ha affermato che l’USD sta attualmente svolgendo un ruolo “destabilizzante” nell’economia mondiale, citando gli effetti della globalizzazione e degli scambi commerciali.

E in effetti abbiamo già visto come Trump stia facendo terra bruciata attorno al dollaro con le sue politiche “imperialiste“.

Il debito mondiale è ora di circa $ 250 trilioni circa il triplo del PIL mondiale e Bitcoin, è un “trampolino di fuga” da questo sistema fiat ormai devastato.

Ma Trump rilancia e ancora una volta, infatti il presidente americano sta aumentando la pressione economica sulla Cina e questo potrebbe essere una mossa che fa alzare il prezzo del Bitcoin (BTC), che ti ricordo sempre non è il vero Valore.

In Cina abbiamo già visto la proposta di lanciare una criptovaluta statale, e gli attuali tumulti ad Hong Kong che stanno spingendo ad acquisti forsennati in BTC

Il presidente americano ha dato il suo ultimo colpo alla Cina (e alla Federal Reserve) in una serie di tweet, si perchè ora si fa politica tramite social, e noi in Italia ormai siamo abituati.
”Per molti anni la Cina ha approfittato degli Stati Uniti”, ha scritto Trump, aggiungendo che crede che la Cina sia costata agli Stati Uniti “CENTINAIA DI MILIONI DI DOLLARI” in guadagni economici ogni anno.

Trump ha parlato di inflazione per la prima volta e ha rivelato che avrebbe imposto nuove tariffe alla centrale elettrica asiatica, aumentando l’imposta sul valore cinese di $ 550 miliardi di merci del 5%.

Allo stesso tempo, ha anche affermato che la Federal Reserve, i cui leader si sono riuniti a Jackson Hole con i banchieri centrali del mondo, dovrebbe tagliare i tassi, e qui ci sta una sonora Risata di Gruppo, ti immagini se la Federal Reserve diminuisce i tassi di interesse?!

Bakkt partirà dalla prossima settimana

Sembra che Bakkt stia arrivando su Bitcoin un po ‘presto. Ha annunciato in un tweet mercoledì mattina, l’atteso avvio dello scambio di criptovalute inizierà a gestire la custodia del BTC dei suoi clienti il ​​6 settembre – un venerdì.

Ciò avviene poco dopo che Bakkt ha rivelato di aver ricevuto il “via libera dalla CFTC attraverso il processo di autocertificazione e che sono iniziati i test di accettazione da parte degli utenti”

Ciò offre ai clienti chiarezza e sicurezza normative senza precedenti, oltre a uno scambio regolamentato accessibile a livello globale in un mercato sottoservito da infrastrutture di livello istituzionale, perchè ricordiamoci c he ancora il mondo soffre di sindrome di stoccolma e si fida dei propri carcerieri.

Ergo dovrebbe essere un evento estremamente rialzista e sarà probabilmente l’evento più rialzista per gli investitori istituzionali nella storia del Bitcoin che finalmente si potranno fidare di Bitcoin, che vorrei ricordare che non cambia minimamente nella sua struttura tecnica e giuridica e continua ad essere quello che è , libero e decentralizzato.

Imminente il lancio di una Crypto Cinese?

Ho già parlato dei rumors sulla possibile criptovaluta Cinese che si contrappone alla dichiarazione da parte del “Buon Zuck” di creare LIBRA, e Forbes lancia un rapporto bomba sulla criptovaluta cinese proprio ieri.

Nel rapporti è stato affermato che, secondo Paul Schulte che ha lavorato come responsabile globale della strategia finanziaria per la China Construction Bank fino al 2012, sono sette le istituzioni – nomi massicci nella scena politica e societaria cinese -che saranno le prime a ricevere l’accesso al bene digitale.

Schulte presumibilmente ha individuato le due maggiori banche mondiali – rispettivamente la Banca industriale e commerciale della Cina e la Banca di Cina, la Banca agricola della Cina, China Construction Bank, Alibaba e Tencent e Union Pay, un consorzio bancario nella nazione asiatica.

La cosa ancora più interessante è che qualcuno vocifera che la criptovaluta potrebbe essere lanciata l’11 novembre, data del famoso evento commerciale cinese, Singles Day in cui l’anno scorso, Alibaba ha realizzato vendite per circa $ 30,8 miliardi in quel periodo di 24 ore, battendo ogni singolo record di vendite.

L’aggiunta di una criptovaluta, che probabilmente eliminerà l’attrito nei pagamenti nell’economia cinese, potrebbe creare ancora più Hipe e avere un impatto ancora maggiore, ma potrebbero essere solo voci sulla data esatta.

Indipendentemente dai dettagli esatti, una cosa è certa: la criptovaluta del governo cinese sta arrivando sul mercato, la Cina è pronta a lanciare il suo cripto asset sovrano e lo farà prima che LIBRA arrivi sul mercato.

Conclusioni

Con queste notizie perchè BTC è “crollato” del suo prezzo ieri? Tutte queste notizie dovrebbero solo far bene a Bitcoin o sbaglio?

In effetti, l’ampia adozione di una forma digitale di denaro acclimaterà la società alla transizione verso Bitcoin e a soluzioni decentralizzate, soprattutto se i governi stanno invadendo la privacy e la sicurezza dei cittadini, ma nel breve il mercato segue l’andamento dettato da Squali e traders professionisti, che spesso fanno interessi di grandi finanziatori istituzionali che vogliono entrare al miglior prezzo.

Aggiungiamo anche che proprio ieri, un giudice della Florida ha presentato un ordine ufficiale dichiarando che l’inventore di Bitcoin autodidatta Craig Wright deve consegnare metà delle sue proprietà di Bitcoin da $ 10 miliardi stimate alla proprietà del suo defunto partner commerciale, Dave Kleiman, e bisognerà vedere se i successori di Kleiman venderanno i BTC per pagarci le tasse o li terranno per se da Hodlers, ma nel primo caso immettere sul mercato 5 miliardi stimati di BTC faranno indubbiamente scendere notevolmente il suo prezzo, e probabilmente ieri un pò di vendite sono state fatte per aspettare prezzi anche più bassi?

Chissà…Ma io non sono un trader, non è mia intenzione darti un consiglio su cosa fare ma solo informarti dello stato di salute di BTC che non segue il suo prezzo, ricordalo, e quelle notizie te lo confermano e che a mio avviso gode di ottima salute come sempre, quindi non ti fare ingannare da un controvalore Fake.

In ogni caso ai posteri l’ardua sentenza, a me i pop corn e una poltrona comoda per osservare dal di fuori in maniera distaccata e fredda.

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.