La Blockchain Division di Facebook ha un nuovo direttore di ingegneria

facebook-zuckerberg-social-blockchain

Facebook Investe nel settore Blockchain

Il gigante dei social media Facebook ha recentemente promosso l’ingegnere senior Evan Cheng come direttore dell’ingegneria per la sua recente divisione blockchain.

All’inizio di maggio, Facebook ha messo insieme un team guidato da David Marcus, membro del consiglio di Coinbase ed ex presidente di PayPal, per esplorare la tecnologia blockchain e i suoi potenziali casi d’uso per la piattaforma. Il team era composto da meno di una dozzina di persone e includeva dirigenti di Instagram. Si dice che il team riferisca direttamente a Mike Schroepfer, CTO di Facebook.

In un rimpasto esecutivo, Facebook ha nominato Evan Cheng come direttore dell’ingegneria e Kevin Weil, ex VP del prodotto di Instagram, come vicepresidente del settore presso la loro divisione blockchain. Secondo la sua pagina di LinkedIn, Cheng è stato impiegato in Facebook da novembre 2015 e ha lavorato nei suoi linguaggi di programmazione e nella divisione runtimes. Ha lavorato anche per Apple per oltre 10 anni ed è accreditato come uno degli inventori di LLVM, un compilatore che genera il codice macchina di basso livello per i dispositivi Apple. Cheng è anche elencato come consulente per i progetti blockchain Zilliqa e ChainLink.

In un post di Facebook all’inizio di quest’anno, Mark Zuckerberg ha dichiarato che quest’anno avrebbe affrontato una sfida personale per studiare le criptovalute. Ha osservato che la centralizzazione e i sistemi centralizzati sono un problema chiave oggi e che esaminerebbe questa tecnologia per accelerare il decentramento e “mettere più potere nelle mani delle persone”.

facebook-zuckerberg-social-blockchain

Zuckeeberg ha detto:

“Ci sono importanti contro-tendenze in questo tipo di crittografia e di criptovaluta che prendono il potere dai sistemi centralizzati e lo rimettono nelle mani delle persone. Ma hanno il rischio di essere più difficili da controllare. Mi interessa approfondire e studiare gli aspetti positivi e negativi di queste tecnologie e il modo migliore di usarle nei nostri servizi “.

 

Come riportato da CCN, la piattaforma Social ha recentemente revocato il divieto degli annunci delle criptovalute sulla propria piattaforma. Il divieto è stato inizialmente posto per proteggere i propri utenti da frodi e furti.

Facebook ha ammesso che il divieto era intenzionalmente ampio e avrebbero rivisitato la politica mentre “lavoravano per individuare le pratiche pubblicitarie ingannevoli e ingannevoli”. Una volta rimosso il divieto, Facebook ha annunciato che avrebbe consentito ai candidati pre-approvati di fare pubblicità sulla loro piattaforma.

Anche se Facebook non ha annunciato alcun piano su come utilizzare la tecnologia blockchain sulla loro piattaforma, è chiaro che stanno perseguendo questa tecnologia con interesse. Alla luce delle crisi dei dati affrontate da Facebook, sarà interessante vedere come utilizzano questa tecnologia per migliorare i loro servizi.

A mio avviso potrebbero anche lanciare un’ Ico per il settore Social, si sa che i dati al secondo sono davvero enormi, ma penso che da Facebook potrebbe partire uno sviluppo di una Blockchain Social che molto probabilmente potrebbe rivoluzionare anche il modo di fare social, visto che Zuckerberg cambiò già con la sua creazione il modo di vivere a livello sociale.

Ma a breve lo scopriremo sicuramente.

Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.
Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.

 

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.