Prima pubblicità su Bitcoin – Meglio dell’oro?

Greyscale e Galaxy Digital investono in marketing pro btc

Gli influencers e le società di criptovaluta, come la società di investimento Grayscale e la banca commerciale Galaxy Digital, stanno spingendo sempre più la loro narrazione su Bitcoin come valore intrinseco più dell’oro.

Grayscale in particolare, ha lanciato una campagna denominata “Drop Gold” all’inizio di quest’anno.

McGlone afferma di ritenere che i fattori macroeconomici offriranno probabilmente una solida spina dorsale per il prezzo del Bitcoin.

“Bitcoin sta maturando diventando un asset di valore digitale simile all’oro.

Strati di supporto ai prezzi, crescente interesse istituzionale e condizioni macroeconomiche simili a quelli che favoriscono l’oro dovrebbero mantenere il prezzo in crescita del Bitcoin “.

Cit- McGlone

Oggi comprendere il ruolo che Bitcoin può svolgere nel mondo è fondamentale.

Il mondo sta vivendo un cambiamento epocale a livello socio economico e probabilmente non ci si rende ancora conto di tutto quello che sta per accadere.

Per comprendere bene quello che presto potrebbe accadere a livello globale prendiamo sempre come esempio calzante (Micro) il Venezuela , che con la situazione economica in costante calo , si trova in una fase senza precedenti di iperinflazione, ed è proprio qui che è “interessante” vedere il ruolo che Bitcoin può svolgere nella nazione sudamericana in difficoltà.

Ancora più recentemente, si sta duplicando lo stesso concetto in Argentina, da quando il Peso è crollato successivamente ai risultati elettorali primari inattesi.

A cosa serve Bitcoin?

Il caso d’uso di Bitcoin in tali situazioni economicamente problematiche si presenta sotto forma della sua capacità di eludere i controlli sui capitali e il suo utilizzo come riserva di valore.

E in particolare, l’idea che Bitcoin possa essere un bene rifugio sicuro insieme all’oro è una narrazione che sta guadagnando sempre più terreno, anche se i massimalisti del metallo prezioso storcono il naso a questa affermazione, anche se Bitcoin ha sovraperformato l’oro e l’argento e diciamo che il Venezuela è il primo paese dove il caso d’uso di Bitcoin come riserva intrinseca di valore ha preso un significato molto particolare, anche se è troppo presto poter dire che Bitcoin sia una risorsa da considerare come l’Oro nel Macro, ossia a livello mondiale.

La situazione in Venezuela è più che grave di quello che possa apparire, ma potrebbe essere lo specchio di quello che presto accadrà a livello globale?

Precedentemente una gemma finanziaria del Sud America piena di vaste riserve di petrolio, il Venezuela è precipitato nel caos politico ed economico. Circa il 12% della popolazione venezuelana è fuggita dal paese tra i problemi, costituendo una delle più grandi migrazioni di rifugiati nella storia del Sud America e estendendo effetti negativi ai paesi vicini che assorbono fasce di disperati venezuelani. (Ti ricorda qualcosa in Europa?)

Composto da un regime dittatoriale, da una” falsa proposta” di criptovaluta (il Petro), da severi controlli sui capitali e da una spirale dell’inflazione, il Venezuela appare sull’orlo del collasso, e Bitcoin sta aiutando la popolazione e non a caso.

Ad esempio, nel tentativo di evitare i controlli sui capitali o di recuperare qualsiasi valore (il Bolivar è praticamente senza valore), i venezuelani si rivolgono sempre più allo scambio P2P LocalBitcoin.

Secondo CoinDance, i volumi settimanali di LocalBitcoins (in Bolivar) sono proseguiti su una traiettoria parabolica verso l’alto da dicembre 2018.

Aggiungi il fatto che i volumi di LocalBitcoins misurati come “utilizzo per persona fisica” sono i più alti tra Venezuela e regioni oppresse dal punto di vista finanziario o politico come Russia, Cina, Nigeria e Iran, e puoi vedere che Bitcoin viene effettivamente utilizzato per molti dei suoi scopi.

È stimolante a livello micro discernere se le persone in tali regioni stiano usando o meno Bitcoin per la sua capacità di evitare controlli di capitale rigorosi o come riserva di valore, ma possiamo notare aumenti nel trading di Bitcoin a macro eventi più significativi a livello economico per raccogliere alcuni dati INTERESSANTI.

Ad esempio, il dodicesimo numero di CoinMetrics del rapporto sullo stato della rete spiega quanto stia crescendo l’uso di Bitcoin come bene rifugio rispetto a uno sfondo di sviluppi geopolitici ed economici globali.

Esiste una correlazione?

Si secondo me anche esiste una correlazione forte e tante volte ho abbinato il prezzo di Bitcoin ai momenti critici della politica e dell’economia (vedasi coso Brexit per l’Europa, caso Cina e rivoluzione di Hong Kong, caso Russia ) ma è difficile giudicare se sia definitivo o meno, e per ora sembrano più dei casi sporadici, anche se io ai casi credo poco, anzi diciamo che il caso ha un suo ordine matematico quindi esiste ma potrebbe essere individuato.

Sempre in quell’articolo di Coinmetrics si analizzano anche i rendimenti obbligazionari negativi in ​​Europa che sono tuttavia preoccupanti indicazioni di un ambiente macroeconomico instabile.

Inoltre, la guerra commerciale USA-Cina e i conseguenti effetti collaterali portano sempre più a conclusioni che inducono a pensare che al momento la connessione tra i macro eventi avversi e la domanda di Bitcoin si stia rafforzando ma non è certa che sia un utilizzo per accumulo o semplicemente per tutelare i propri capitali.

Ad esempio, severi controlli sui capitali in Venezuela limitano i cittadini dallo scambio del Bolivar con valute estere a importi minimi. Bitcoin, sebbene le sue garanzie di accesso siano ancora carenti, offre una strada ottimale per eludere questi controlli.

Anche il governo venezuelano avrebbe usato Bitcoin per aggirare le sanzioni internazionali trasformando le tasse aeroportuali in Bitcoin. È evidente che la natura senza autorizzazione di Bitcoin è potente nell’evitare restrizioni amministrate a livello centrale, ma ancora, la misura in cui viene utilizzata in Venezuela è bassa e difficile da quantificare accuratamente.

Ma è interessante notare che, dall’altra parte del mondo, a fronte dei controlli sui capitali e di uno Yuan che si deprezza sempre di più, si è evidenziato che i cinesi preferiscono Tether a Bitcoin per via della sua stabilità comunque.

Situazioni come il Venezuela, e ora l’Argentina, la Cina o anche l’Iran non sorgerebbero laddove le economie di questi paesi non fossero minacciate e se si verificassero scenari simili nel resto del mondo con le economie in caduta libera, il caso d’uso di Bitcoin verrebbe successivamente esaminato? o lo si sta facendo ora con questi paesi?

Sebbene la correlazione di Bitcoin come bene rifugio sia debole a livello globale, e sia più forte la tsesi di Bitcoin come mezzo speculativo, a giudicare da due casi nazionali di alto profilo di caduta libera delle valute, Bitcoin sembra essere una riserva di valore piuttosto popolare. I volumi di valuta nazionale scambiati per bitcoin, rispetto alla scala nazionale del denaro nel sistema, sono molto piccoli sia in Venezuela che in Argentina, ma sono nondimeno in un trend crescente.

Conclusioni

Quando metti queste tendenze in un contesto in cui molte persone semplicemente non sanno cosa sia Bitcoin prima di tali situazioni, ha senso che i volumi siano bassi, specialmente considerando le assicurazioni di accesso debole di Bitcoin in molte parti del mondo al di fuori degli Stati Uniti e del Canada, in Europa e in una manciata di paesi dell’Asia meridionale.

Mentre molti sostenitori di Bitcoin possono vedere il deteriorarsi delle situazioni economiche e politiche come opportunità tangibili per valutare il potenziale del Bitcoin, la situazione è sostanzialmente diversa per coloro che la vivono. Sfortunatamente, i cicli economici cambiano, il crollo delle economie e le tensioni geopolitiche si infiammano, facendo sì che tali scenari si materializzino inevitabilmente.

Guardando un lato positivo, Bitcoin sta mostrando una propensione a offrire opzionalità a coloro che ne hanno più bisogno, il che, come minimo, è un lato positivo per le future situazioni di sofferenza economica e politica globale che il mondo si appresta ad affrontare, ma oltre ad essere un lato positivo arriviamo alla conclusione che Bitcoin si comporta come dovrebbe fare una valuta decentrata e distribuita, quindi fa quello per cui è stata creata, e non è la speculazione eh.

Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.
Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.

Abbiamo portato il mining ad un livello superiore a cui tutti possono accedere con semplicità e grandi vantaggi. 🔝Grazie a SWAG anche tu puoi unirti ed essere un miner a tutti gli effetti. ⛏⛏⛏

Scopri come essere tra i primi

👉🏻CLICCA QUI PER INFO👈🏻

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.