La scalabilità di ETHEREUM diventerà esponenziale nei prossimi 2 anni.

ethereum-2.0-lubin-casper-pow-pos-scalabilità-blockchain-bitcoin

La scalabilità va contro il decentramento?

In questo momento storico una delle caratteristiche che le blockchain stanno ricercando è quella della scalabilità legata soprattutto alle TPS (transazioni per secondo).

Il più delle volte abbiamo già visto progetti ben più veloci di Ethereum o Bitcoin (in chain) come Tron, Eos, ma la cosa è logica quando si centralizza un sistema, tuttavia la velocità di transazioni sono fondamentali per la scalabilità di un progetto.

Nonostante il crescente sviluppo nel mondo Blockchain e criptovaluta, la maggior parte dei principali progetti di monete come Ethereum e Bitcoin soffrono ancora di un’incapacità di scalare fino ai livelli necessari per l’adozione tradizionale.

L’ETH, in particolare, sta affrontando un problema di gestione del carico di transazioni, oltre ad altre caratteristiche di rete come i contratti intelligenti e gli sviluppi DApp.

Ethereum 2.0 cerca di risolvere il problema della scalabilità, tra un certo numero di soluzioni proposte, passando dall’algoritmo di PoW a quello di PoS.

Nonostante ciò una nuova iniziativa di vendita al dettaglio attraverso una partnership tra Flexa e Gemini Exchange di Winklevoss vedrà grandi rivenditori come Crate and Barrel, Nordstrom e Amazon Whole Foods accettare Bitcoin (BTC) Ethereum (ETH) e altre 3 criptovalute per i pagamenti, (Rapporto Fortune)

Flexa sta collaborando con questi rivenditori per configurare gli scanner in negozio per riconoscere le transazioni effettuate tramite la sua app Spedn.

Il rapporto Fortune dice:

Il cliente tiene semplicemente la propria app per pagare. Generalmente, il cassiere del negozio non è consapevole del fatto che il cliente paga con cripto, mentre il commerciante riceve un pagamento in tempo reale nella forma che preferisce (crittografia o dollari).

L’app, tuttavia, sembra funzionare come pubblicizzato e testato dallo stesso autore di Fortune che l’ha provato scaricando una versione di prova di Spedn e trasferendo $ 10 di Bitcoin. Successivamente, racconta, che è andato in un Baskin Robbins nel suo quartiere e ha comprato un caffè pagando con l’app. Ha funzionato. Successivamente, è andato in uno Starbucks (un altro partner del progetto, ma non ufficiale) e ha comprato una banana. Anche quello ha funzionato. In ogni caso, l’app ha regolato la quantità di Bitcoin nel suo portafoglio.

Questo, a prescindere dalle TPS, segnerebbe un enorme passo in avanti per lo spazio delle crypto, espandendo l’adozione e la crescita.

Un progetto simile ma che era legato a Matercard, che poi fu bloccato dopo un anno, lo aveva testato già XAPO, ma usando appunto la carta nel circuito MASTERCARD, che ritirò tutte le partnership con i vari Wallet, e Xapo ti dava la possibilità di tenere crypto (Solo BITCOIN) sul Wallet e tramite carta pagare in qualsiasi negozio facendoti la conversione automatica da BTC a Valuta Legale, ma il progetto era troppo legato ad un’azienda terza come MASTERCARD.

LA SCALABILITÀ DI ETHEREUM È LEGATA AL POS?

La transizione della blockchain di Ethereum da PoW a PoS è intesa a portare maggiore scalabilità, sicurezza ed efficienza economica alla rete, per non parlare del fatto che è molto più efficiente dal punto di vista energetico rispetto a PoW.

Tramite lo Staking, la valuta utilizzerà le risorse degli utenti impegnando monete “puntate” al fine di migliorare l’esperienza dell’utente e l’efficienza della rete globale di Ethereum.

Lubin ha dato ulteriori aggiornamenti sulla tempistica dello sviluppo di Ethereum 2.0, condividendo la sua convinzione che il progetto avrà una testnet (Che è già Online) ma che sarà operativa nei prossimi mesi, con un lancio di Phase 0 da seguire prima della fine dell’anno.

La tabella temporale del co-fondatore di Ethereum 2.0 è in netto contrasto con i commenti del CEO di Messari Ryan Selkis, che ha affermato la settimana scorsa che l’aggiornamento richiederebbe molto più tempo di quanto previsto dagli sviluppatori di ETH. Infatti Selkis ha previsto che Ethereum 2.0 non sarebbe stato pienamente operativo fino al 2021, anche se probabilmente non ha visto che la società di ricerca e sviluppo di Ethereum Prysmatic Labs ha rilasciato un testnet Ethereum 2.0 con funzionalità PoS già il 7 maggio.

Penso che molto probabilmente entro quest’anno Ethereum potrebbe già passare ad una fase Ibrida, utilizzando entrambi i sistemi (PoW e Pos) così da comprenderne limiti o problematiche e poter arrivare a fare il passaggio a pieno ritmo senza avere alcun dubbio, e sappiamo bene che la community di Developers Ethereum è sempre molto attenta a questi processi, lo dimostra il fatto che fu fatto slittare due volte l’Hard Fork sistemico programmato perchè si trovarono dei Bug ancor prima di poterlo mettere in pratica, e la cosa è stata sicuramente un bene.

Gli sviluppatori di Ethereum stanno pianificando di gestire la transizione della valuta senza implementare un Hard fork, che è stato l’approccio tradizionale a tutte le blockchain e quindi un approccio temporale ibrido potrebbe essere una soluzione per evitare l’Hard Fork .

La nuova catena grazie anche alla Beacon Chain potrebbe essere unita alla vecchia, permettendo ai token di muoversi attraverso “meccanismi bidirezionali” sulla piattaforma di Proof of Stake.

Il PoS è meno Sicuro?

Il Proof of Work è stato rigorosamente testato come algoritmo di Bitcoin e altre grandi criptovalute, il Proof of Stake deve ancora essere implementato su un livello di scala simile, è vero lo si usa già in molte altre blockchain ma ben più piccole di Ethereum e anche Centralizzate, quindi fa poco testo.

Il PoS di Ethereum è stato accuratamente studiato dai team precedenti agli sviluppatori ETH, e Etherum 2.0 aggiungerà nuove funzionalità alla blockchain per renderlo più compatibile delle precedenti iterazioni, con Casper.

Lo scopriremo solo vivendo, ma da quando Ethereum passerà al PoS potremmo vedere un distacco netto dalla dominance di Bitcoin, che in questo momento è quello che determina l’andamento del mercato intero, e prendere la sua direzione tagliando il cordone ombelicale.

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.