[Aggiornamento] Ethereum e il suo stato di salute

Tempo di lettura del Post 3 Minuti e 45 Secondi di puro Godimento se sei un fan di Bitcoin. (non è vero)

La Blockchain di Ethereum si riempie?

Ethereum sembra più sano che mai, o non è del tutto la verità?

Come specificato da ,Bloomberg in un rapporto chilometrico ma ben fatto, la blockchain è stata afflitta dall’uso dei token Tether USDT nelle ultime settimane, visto il crescente trade.

In effetti, le transazioni che coinvolgono lo stablecoin e i contratti intelligenti di spam hanno portato l’utilizzo della rete di Ethereum al 90% per la prima volta in assoluto. Infatti, secondo EthGasStation la scorsa settimana, il contratto intelligente Tether è responsabile di oltre 17,5 volte le commissioni pagate da CryptoKitties e sei volte più di IDEX, il principale scambio decentralizzato basato su Ethereum.

Diciamo che in questo preciso istante nessuna blockchain è trafficata quanto Ethereum, che si sta dimostrando la prima per utilizzo a pieno regime.

ATTENZIONE, prima che tu insorga e mi inizi ad insultare (naturalmente scherzo, perchè spero che non mi insulti altrimenti puoi fermarti qui dalla lettura perchè sei un invasato e per me gli invasati sono analfabeti funzionali) , da questa affermazione fatta tralascio Bitcoin , quindi per essere preciso quando affermo “nessuna blockchain è trafficata quanto quella di Ethereum ” mi riferisco a quelle che tecnicamente imitano Ethereum.

Infatti diciamo che da un punto di vista generale, Bitcoin ed Ethereum differiscono nel loro scopo, quindi il paragone non esiste, mentre Bitcoin è stato creato come alternativa al denaro ed è quindi un mezzo di transazione di pagamento e riserva di valore, Ethereum è stato sviluppato come una piattaforma che dovrebbe facilitare i contratti e le applicazioni peer-to-peer tramite il proprio veicolo valutario (Ether).

Ergo, mentre Bitcoin ed Ether sono entrambe valute digitali, lo scopo principale di Ether non è quello di affermarsi come alternativa di pagamento (a differenza del Bitcoin) ma di facilitare e monetizzare il funzionamento di Ethereum per consentire agli sviluppatori di creare ed eseguire applicazioni distribuite (ĐApps).

Spero ti sia chiaro, e so anche che Bitcoin possa essere usato per Smart contract e dapps e bla bla bla , ma diciamo che per ora non frega a nessuno di usare Bitcoin per creare Smart Contract e Dapps.

L’utilizzo della rete è salito al livello del 90%

L’utilizzo della rete è salito al livello del 90%, secondo i dati di Etherscan.io e questo potrebbe comportare costi di transazione più elevati, secondo anche un commento del creatore Vitalik Buterin.

Circa 1 mese fa ho scritto un articolo con tutto ciò che ci si aspetta da Ethereum da qui ai prossimi mesi, e di come, in generale, qualsiasi blockchain decentralizzata, In Chain, possa avere problematiche di scalabilità, almeno in questo preciso istante.

Ma oggi alcuni sono persino arrivati ​​a dire che questa metrica di utilizzo della rete estremamente elevata potrebbe provocare la morte di Ethereum!

Un pò catastrofista non credi?

E pensare che se una rete venga utilizzata troppo possa morire è come dire che se compro una Ferrari devo usarla andando a 100 km orari perchè altrimenti potrebbe guastarsi, diciamo che con l’aumentare dell’utilizzo, i costi di transazione potrebbero seguire l’esempio, facendo sì che i potenziali utenti aziendali esitino a utilizzare Ethereum, quello si, quindi ritorniamo sempre al concetto di scalabilità.

PS la stessa cosa lo sarebbe per Bitcoin se tutti iniziassero ad usare la blockchain per fare pagamenti giornalieri continui.

E infatti il commento al vetriolo, che poi provoca solo Dump inutili sul mercato (ma per me piacevoli) viene da Samson Mow, il principale responsabile della sicurezza dello sviluppo Bitcoin della società Blockstream

In un tweet infuocato, l’imprenditore ha scritto che crede che “Ethereum sia ad un vicolo cieco tecnologico”, affermando che “più viene utilizzato, più velocemente muore”.

Questo commento ti giuro che faccio fatica a comprenderlo, sia a livello tecnologico che a livello pratico che a livello di onestà intellettuale, indubbiamente qualsiasi blockchain decentralizzata utilizzata al pieno delle sue capacità può rallentare notevolmente, (lo fa anche Internet dopo 20 anni ancora) ma considerare ciò la causa della morte di un progetto mi sembra quasi assurdo.

Vitalik propone una soluzione potenziale

Con questa “paura” che circola nella comunità e che la blockchain è evidentemente sotto stress, sono scoppiate discussioni su potenziali soluzioni alle difficoltà di Ethereum.

Facciamo una piccola e dovuta premessa per onestà, quasi due anni fa, Ethereum si stava “impallando” quando il gioco digitale CryptoKitties è stato lanciato ed è poi decollato (le prese per il culo lì sono state meravigliose) poi con migliaia di ICO, che si sono rivelate per lo più truffe, c’è stato un altro periodo di occupazione forsennata dello spazio sulla rete, e oggi, visto che la maggior parte delle ICO sono andate in rovina, un nuovo “Inquilino scomodo” sta stressando Ethereum: la controversa moneta nota come Tether, (che sai bene quanto io ami) quindi diciamo che Ethereum ha dovuto sempre affrontare questi problemi di traffico forsennato.

Negli ultimi 30 giorni, Tether ha pagato transazioni sulla rete Ethereum per $ 260.000 in commissioni, e nel frattempo ricordo che l’uso di Tether è cresciuto in quanto è stata emessa una parte maggiore della moneta (La sua capitalizzazione di mercato ha recentemente superato i $ 4 miliardi, rispetto ai $ 2,7 miliardi di un anno fa, secondo CoinMarketCap.com.)

Almeno il 40% di tutti i Tether li gestisce la rete Ethereum, ed è stato utilizzato nel 40% e nell’80% di tutte le transazioni su due dei principali exchange di criptovalute al mondo, Binance e Huobi, rispettivamente.

Vitalik Buterin, ha dato una possibile soluzione su Reddit.

In un thread che discute l’effetto dell’USD di Tether su Ethereum, Buterin ha spiegato che la comunità dovrebbe iniziare una campagna sui social media su Twitter e Reddit per promuovere l’aumento dei limiti di gas, e ciò contribuirebbe a ridurre lo stress sulla blockchain.

Sebbene non vi sia alcuna garanzia che un tale cambiamento possa arrivare sul mercato, Buterin afferma che “storicamente, i grandi pool minerari hanno ascoltato le pressioni della comunità”, e si piegherebbero se avvantaggiassero la rete.

Conclusioni – ETH a rischio?

Questa situazione di Ethereum abbiamo visto come si sia riflessa nell’azione dei prezzi della criptovaluta, poco male, ma in generale sarebbe da ipocriti non pensare che Ethereum stia ancora lavorando per capire come arrivare alla sua ambiziosa visione di Ethereum 2.0, che richiede una profonda revisione della sua tecnologia che sappiamo bene che così non potrebbe mai scalare e funzionare a pieno.

Sebbene ancora Ethereum impieghi il mining per verificare le transazioni – per intenderci come Bitcoin – sta lavorando per passare al cosiddetto PoS, un modo completamente diverso di verificare le transazioni. Tecniche come lo sharding, in cui determinati gruppi di computer tengono traccia solo di determinate transazioni rispetto a tutte le transazioni sulla rete, o l’utilizzo di una Beacon Chain, dovrebbero anche aiutare.

Questa transizione tecnologica “non è di certo una garanzia ed è ancora all’orizzonte” ma ricordo per onestà intellettuale che la blockchain di Ethereum è stata quasi piena per anni” ed è ancora il layer di riferimento per sviluppare dapp e smart contract, ma qualsiasi cosa di sostanziale dovrebbe essere sviluppata tenendo conto delle tecniche di scalabilità in modo che possa sopravvivere a commissioni di transazione più elevate che verrebbero con un’ulteriore domanda crescente di Ethereum.

A lungo termine, lo sharding di Ethereum 2.0 risolverà ovviamente questi problemi , e quindi come Bitcoin anche Ethereum ogni anno deve morire, ma chi augura o predice la sua morte cambia, infatti per Bitcoin sono i finanzieri tradizionali per Ethereum i Fan accaniti di Bitcoin, ma il messaggio è sempre lo stesso, quest’anno XXXXXX è destinata a morire.

Chi avrà ragione?

Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.
Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.

Abbiamo portato il mining ad un livello superiore a cui tutti possono accedere con semplicità e grandi vantaggi. 🔝Grazie a SWAG anche tu puoi unirti ed essere un miner a tutti gli effetti. ⛏⛏⛏

Scopri come essere tra i primi

👉🏻CLICCA QUI PER INFO👈🏻

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.