Uno sguardo ai Numeri di Ethereum – 1 di 2

Numeri di Ethereum, cosa è accaduto finora?

Sono già passati quasi 8 anni dalla nascita di Ethereum e quasi 4 dal famoso hard fork dopo il grande Hack di Dao, e la strada è già stata lunga, dal test della blockchain cercando di scambiare gattini, all’anno delle ICO, al provare a creare una Finanza Dex (DeFi) fino ad Ethereum 2.0.

Ma Ethereum nel frattempo ha bisogno di un refresh a causa di attacchi colossali da parte della finanza e dei governi, visto che può permettere di attuare un dissenso contro i regimi autoritari creando una nuova infrastruttura finanziaria.

Tutto questo se portasse a pensare che si tratti semplicemente di denaro, o di un libro mastro o di qualsiasi altra cosa, non darebbe un giudizio equo, proprio come se pensassimo ad un coltello soltanto come un’arma anzichè anche come strumento, ed Ethereum è una cosa diversa a seconda di chi lo sta usando.

Con questo esempio impresso nella mente, mi sono seduto per esplorare cosa sta succedendo ad Ethereum nel panorama mondiale, evitando di parlare di Fork e di cosa possano risolvere, di cui ho già ampiamente parlato, ma cercando proprio di sviscerare due dati numerici oggettivi.

Gran parte del mio interesse per capire il tutto mi è venuta ancora di più da quando è partita la DeFi (Finanza Decentralizzata) che mi ha affascinato da subito e quindi proverò anche a fare una mappa della finanza decentralizzata da maggio 2018, ossia da quando la sto esplorando, con senso critico ma anche curiosità profonda e nel contempo emozione fanciullesca.

Sono rimasto incuriosito dal fatto che quasi tutto fosse stato costruito su Ethereum, ma poi mi sono chiesto, e dove se no?

DISCLAIMER: Per questo articolo, ho evitato qualsiasi confronto diretto con Bitcoin, non voglio assolutamente affermare che Ethereum sia migliore o peggiore. Non è mia intenzione inoltre invogliare nessuno a investire in DeFi o Ethereum, che restano sempre settori ad alto rischio, ma voglio solo dare la mia personale opinione elencando una serie di fatti che possono già chiamarsi Storia.

Sviluppo di Ethereum

Così come l’ecosistema finanziario ha spazio per più prodotti, valute e strumenti finanziari, credo che l’ecosistema degli asset digitali abbia dato spazio a vari esperimenti, e le blockchain in generale daranno spazio a soluzioni differenti in un ecosistema davvero vasto, che in questo momento è stato segregato in un unico canale comunicativo e di sviluppo, quella delle banche e delle agenzie di Rating.

Spero che questo Articolo sia preso come una misura dei progressi di Ethereum invece di un tentativo di sminuire Bitcoin, Ethereum stesso o qualsiasi altro progetto Dex Serio.

Quindi vediamo alcuni numeri.

Crescita e attività dei wallet

Il Wallet è importante per Ethereum

Dei 86 milioni di indirizzi unici totali su Ethereum, solo circa 350.000 sono attivi, all’interno di questi, circa 58.000 sono nuovi indirizzi.

Dato che il costo di creazione di un nuovo portafoglio o lo spostamento di risorse all’interno di Ethereum è leggermente inferiore rispetto alla maggior parte delle reti, questi numeri non sono impressionanti da soli. Ciò che ho trovato interessante è che il numero di indirizzi attivi e i nuovi portafogli sono più alti di quelli che erano durante il boom delle ICO del 2017.

Un contributo chiave a questo potrebbe essere stato il passaggio dagli standard USDT agli standard ERC-20 e l’ascesa di altri stable all’interno di Ethereum, come DAI. Circa 40.000 indirizzi di portafogli unici hanno interagito con DeFi nel 2019. È probabile che questi utenti siano utenti “potenti” o Balene, che interagiscono abitualmente con il proprio portafoglio.

Mentre il DeFi è intrigante, ciò che può alimentare il futuro dell’attività dei wallet su Ethereum potrebbe essere molto legato però ai giorchi NFT e ai giochi digitali. Giochi del calibro di Axie Infinity e Gods Unchained stanno alimentando una nuova generazione di utenti per interagire con la rete senza esserne mai consapevoli.

Un modo di pensarlo con un esempio pratico è come la transizione che abbiamo vissuto, che ha visto il passaggio dagli IRC (Internet Relay Chat (IRC) un protocollo di messaggistica istantanea su Internet) a WhatsApp. L’IRC era funzionale, Whatsapp è stato mainstream.

Mentre i progetti sottraggono la complessità dell’interazione con il libro mastro, potremmo vedere numeri più alti per i portafogli attivi invece, che porterebbero più mainstream a tutta l’infrastruttura.

Finora Ethereum ha gestito 900 milioni di transazioni

Se i portafogli attivi e la crescita di nuovi portafogli sono presi come misura di quante persone interagiscono con Ethereum, il conteggio delle transazioni è una misura di quanto spesso lo fanno.

Il numero di transazioni e trasferimenti non è diminuito sostanzialmente rispetto all’anno delle ICO (potrebbe essere attribuito a Defi?). Se il numero totale di indirizzi fosse stato abbandonato, si poteva pensare che gli utenti rimanenti sarebbero potuti essere solo utenti esperti che facevano transazioni multiple, o exchange, o developers soltanto. Tuttavia, non è stato così, dunque:

  • I nuovi utenti stanno compensando l’abbandono che si è verificato dal 2017, quindi nuovi users.
  • Si effettuano transazioni con la stessa frequenza delle persone che investirono in ICO. (smentita subito l’affermazione che il dopo ICO per Ethereum sarebbe stata la fine)

Ma ciò che è cambiato sostanzialmente, è invece un dato molto importante, la dimensione media di una transazione su Ethereum.

Spostamento di $ 2,1 trilioni di volume

La dimensione media di una transazione ha raggiunto il picco l’11 agosto 2017, quasi $ 40.000 e il volume totale spostato sulla blockchain di Ethereum ha raggiunto il picco di $ 135 miliardi il 14 gennaio 2018.

I due numeri potrebbero essere collegati a ciò che Ethereum stava facendo in quel momento, infatti agosto 2017 ha segnato il primo mese in cui gli investimenti ICO hanno spianato la strada a oltre un miliardo di dollari di liquidità che è entrata appunto per investire in ICO fino alla fine di settembre.

Gennaio 2018, d’altra parte, è stato il culmine di un boom delle alt-coin che ha seguito una correzione dei prezzi di Bitcoin a dicembre 2017. Il futuro, tuttavia, non si costruisce osservando e (rim)piangendo il passato, e laddove i portafogli attivi e il conteggio delle transazioni mostrano quante e con quale frequenza si verificano le transazioni su questa blockchain, le dimensioni medie delle transazioni indicano quanto viene spostato e la dimensione media della transazione è scesa anche fino a 100 $.

Quindi cosa potrebbe voler dire tutto questo in maniera pratica?

  1. Il conteggio delle transazioni è aumentato di 6 volte da febbraio 2017
  2. I portafogli attivi sono aumentati di circa 10 volte da febbraio 2017
  3. Il volume on-chain è aumentato di circa 12 volte (da $ 11 milioni a ~ $ 128 milioni)
  4. Ma la dimensione media di una transazione è diminuita del 99,5% circa

QUINDI POSSIAMO PRESUPORRE CHE:

  1. Man mano che gli users degli NFT diventano maggiorenni, è probabile che tale numero si riduca ancora.
  2. Le persone che usano Ethereum per scopi generali non hanno bisogno di spostare grandi quantità di ETH.
  3. Un numero maggiore di persone che usano il libro mastro per transazioni più piccole è probabilmente la migliore metrica per la trazione possibile e il miglior modo per essere mainstream e determinarne l0’utilizzo effettivo e non solo speculazione.

I 100 portafogli più grandi possiedono circa il 30% di ETH

La decentralizzazione e equità democratica di ETH diventa più evidente se si considera la percentuale di partecipazioni ad ETH tra i primi 100 indirizzi.

Di questi 100 indirizzi sono compresi i portafogli di proprietà degli exchange, che sono circa 1/3 della rete. Tutto questo può sembrare preoccupante per un progetto che sta sviluppando anche “finanziamenti decentralizzati”, ma per un senso di paragone, circa l’11% circa di tutti i Bitcoin in circolazione sono all’interno di scambi (secondo i dati di Glassnode) contro l’8% in Ethereum. Le balene di Ethereum sembrano consolidare la loro proprietà da novembre 2018 ed esistono alcune spiegazioni per questo comportamento:

  1. Gli investitori che avevano diversificato la loro ricchezza intorno al picco del 2018 stanno ora accumulando di nuovo. Un’allocazione minore delle loro attuali disponibilità in USD può recuperare la stessa quantità di ETH venduta, quindi potrebbe anche significare che gli investitori scelgono di non vendere più ETH.
  2. Man mano che un numero maggiore di investitori al dettaglio acquista ETH, l’importo in dollari necessario per possedere una percentuale di ETH aumenta, per la legge della Domanda/Offerta.
  3. La capacità di dare e ricevere prestiti in dollari senza impegnarsi con le tradizionali infrastrutture finanziarie può essere un’altra ragione per cui le grandi balene non liquidano più le loro partecipazioni ad Ethereum.
  4. Un altro modo di interpretare questi dati è che i grandi titolari che esistono oggi su Ethereum non stanno più abbandonando la rete per la loro fiducia nella capacità di trasformarsi in qualcosa di più significativo e importante e quindi come se fosse un vero e proprio voto di fiducia.

Per oggi concludo così, ma vedremo alla prossima altri dati interessanti soprattutto su:

  • Le transazioni ETH hanno generato commissioni per un valore di…
  • $ 11,5 miliardi di ETH sono stati scambiati durante il Boom
  • I progetti ICO possono avere solo danneggiato per pochi milioni
  • DeFi è cresciuto 30 volte da marzo 2018.
  • Varie ed eventuali….

Ci vediamo al prossimo Post, nel frattempo metti un Like alla mia pagina su Facebook e seguila anche, e se non sei ancora nel canale Telegram “Pillole di Blocksecrets™ clicca e accedi GRATUITAMENTE.

Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.
Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.

Abbiamo portato il mining ad un livello superiore a cui tutti possono accedere con semplicità e grandi vantaggi. 🔝Grazie a SWAG anche tu puoi unirti ed essere un miner a tutti gli effetti. ⛏⛏⛏

Scopri come essere tra i primi

👉🏻CLICCA QUI PER INFO👈🏻

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.