Facebook Coin vale già 19 miliardi di dollari

facebook-stablecoin-blockchain (1)

L’interesse per l’imminente Stablecoin di Facebook sta cominciando a prendere piede nel più ampio mercato finanziario

Secondo un rapporto pubblicato da CNBC l’11 marzo, l’analista Barclays Ross Sandler ha scritto in una nota del cliente che la “moneta di Facebook” potrebbe generare fino a $ 19 miliardi di entrate aggiuntive entro il 2021. (l’anno in cui prevedo che la valuta Fiat sia già morta)

L’avvento di un nuovo flusso di entrate con nuove forme di pagamento sostenute da uno stablecoin sarebbe un vantaggio per il prezzo delle azioni di Facebook, che ha avuto un pò di problemi nel 2018 in mezzo a una serie di scandali legati alla privacy degli utenti.

Uno stablecoin, che finora è stato proposto per la piattaforma di messaggistica di Facebook Whatsapp, sarebbe una notevole fonte di guadagno per il gigante dei social media al di fuori del loro affidamento sulla pura pubblicità, una mossa necessaria in questa fase storica della compagnia, che sta già pensando di testare il tutto nel mercato Asiatico.

Ma come ho già spiegato non è la soluzione decentralizzata che ci si aspetti e non è tutto oro quello che luccica, ricordalo.

Supponendo che l’implementazione di criptovaluta funzioni per Facebook, Barclays riporta un rialzo a un valore aggiuntivo di 19 miliardi di dollari di entrate per la compagnia entro i prossimi anni, con una stima prudente basata sui casi base, pari a $ 3 miliardi. Mentre Facebook potrà usare una community ben salda per avviare un lancio regolare per lo stablecoin e assicurare l’adozione per i suoi quasi 3 miliardi di utenti della piattaforma, il suo scenario anche ipotizzando un flop sembra ancora redditizio secondo l’analista bancario.

Come sottolinea la CNBC, la decisione di Facebook di fare affidamento su uno stablecoin , che si baserà sul valore di diverse valute legali, dovrebbe essere più attraente per gli investitori e gli utenti dato lo stato altamente volatile dei prezzi delle criptovalute.

Il passaggio di Facebook ad una piattaforma di pagamento crittografica, fornirebbe uno stimolo in più oltre a quello che i ricavi pubblicitari possono portare da soli, e sarebbe sicuramente un vantaggio sostanziale per gli azionisti, che indubbiamente vedranno positiva la notizia, ma potrebbe anche risolvere il tanto controverso problema sulla privacy che Facebook ha dovuto affrontare in questo anno.

La prima versione della moneta Facebook potrebbe essere una “moneta monouso per micro-pagamenti e trasferimento di denaro domestico p2p (in-country), molto simile ai crediti originali del 2010 e di Venmo.

Con l’ex presidente PayPal David Marcus, che ha diretto i progetti blockchain e stablecoin di Facebook, Sandler ritiene che la compagnia abbia piani più ambiziosi per il suo progetto di piattaforma di pagamento rispetto al tentativo fallito nel 2010.

Inoltre, un recente post sul blog del CEO di Facebook Mark Zuckerberg evidenzia che l’azienda è alla ricerca di modi innovativi per aumentare la sicurezza degli utenti, con la criptovaluta come logica prosecuzione dei pagamenti.

Se tutto andrà secondo i piani, la società potrebbe davvero diventare anche un concetto di nuova “Banca Social” ed estendersi nel regno del credito del consumo e del social, ma anche delle rimesse e dei pagamenti fisici, un settore in cui le criptovalute di tutto il mercato hanno cercato di capitalizzare.

Indubbiamente, come detto, Facebook ha delle potenzialità infinite in questo settore nascente, il problema sarà sempre lo stesso, cambiare banca non sempre è positivo e indubbiamente Facebook sarà sempre un progetto centralizzato con una blockchain decentralizzata.

Il problema sta sempre nella logica della speculazione che porta sicuramente la gente a fare delle scelte errate, d’altronde 2000 anni fa circa, si narra che un uomo si vendette per trenta denari no?

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.