Rumor: Facebook vuole $ 1 miliardo in Venture Capital per il suo Progetto crypto

facebook-stablecoin-bitcoin-eth-btc-criptovalute

Facebook sta esaminando una grossa proposta nell’innalzare il capitale di rischio per il suo imminente progetto di stablecoin.

Secondo la giornalista del New York Times e Nathaniel Popper, scrittrice di criptovalute di lunga data, il gigante dei social media sta considerando una somma di capitale altrettanto grande da raccogliere per gli investimenti nel suo progetto di criptovaluta.

Popper scrive in un tweet pubblicato il 4 aprile,

“Aggiornamento sulla criptovaluta di Facebook: Le fonti mi dicono che Facebook sta cercando di convincere le aziende di VC a investire nel progetto di criptovaluta di Facebook che abbiamo segnalato all’inizio di quest’anno. Ho sentito che stanno prendendo di mira grandi somme – fino a $ 1 b “.

Popper, che ha raccontato la storia della criptovaluta nel suo libro Digital Gold del 2015, ha avuto un’interessante idea di come Facebook avrebbe potuto usare il capitale per il progetto stablecoin come un modo per migliorare il suo aspetto nel più ampio settore crypto.

Secondo Popper, ottenere da investitori esterni finanziamenti per il progetto sarebbe un modo per Facebook di mantenere la propria moneta coerente con l’etica decentrata della criptovaluta.

Aggiungo io, chissà poi chi saranno gli investitori.

Ti potrebbe interessare.

E dato che una delle grandi attrattive dei progetti blockchain è il decentramento, ottenere investitori esterni potrebbe aiutare Facebook a presentare il progetto come più decentralizzato e meno controllato da Facebook, ma se poi chi investe è Zuckemberg e amici vari, siamo comunque punto e accapo, a meno che farà una vera e propria ICO con limiti su acquisti, dove chiunque potrà partecipare, ma la vedo dura.

Il capitale di rischio potrebbe semplicemente essere usato come garanzia per il progetto.

Rispetto alla maggior parte delle criptovalute, come Bitcoin ed Ethereum, che funzionano in modo simile alle risorse digitali che possono apprezzare e fluttuare nel prezzo (riferito alla valuta Fiat, perchè ricorda che prezzo e valore sono due concetti in antitesi) , Facebook sta cercando di costruire uno stablecoin per operare sui suoi servizi di messaggistica.

Mentre tale tecnologia offre una moneta stabile nel prezzo e più User Firendly per l’utente medio, richiede anche una notevole quantità di supporto per garantire il valore della valuta.

Ad Esempio Tether, la società che sta dietro lo stablecoin USDT, leader del settore stable, è stata ripetutamente colpita dalle preoccupazioni sul supporto esatto 1: 1 della sua moneta.

Anche con Facebook che ospita una capitalizzazione di mercato di 500 miliardi, $ 1 miliardo di capitale di rischio a sostegno dello stablecoin farebbe molto per assicurare la buona volontà del progetto nei confronti degli utenti, delle monete e degli investitori.

Popper ha concluso la sua serie di aggiornamenti su Facebook e la loro raccolta fondi stablecoin ponendo una domanda che in molti si stanno probabilmente ponendo:

“È interessante pensare a una delle più ricche società al mondo che raccoglie fondi. Quando è stata l’ultima volta che hanno fatto la raccolta di fondi al di fuori di facebook? “

Mentre gli investitori e gli appassionati di criptovaluta celebrano il movimento rialzista dei prezzi, con Bitcoin che ha avuto il suo miglior giorno di trading la scorsa settimana da dicembre 2017, il mercato delle stablecoins continua ad essere una grande attrazione in termini di adozione, soprattutto da parte degli speculatori, ma la blockchain non è speculazioni e le criptovalute non sono nate per questo, ecco perchè gli stablecoin ancorati ad una valuta Fiat non hanno senso di esistere in una new economy dove la valuta Fiat non ci deve essere più.

Il prezzo delle monete stabili, come la valuta sviluppata da Facebook, fornisce agli utenti l’utilità di valute digitali e “decentralizzate“, separandole dalla volatilità giornaliera dei prezzi delle crypto tradizionali, si ma quando la valuta Fiat non ci sarà più a cosa serviranno gli stablecoin ancorati ad una valuta inesistente?

Come ho già scritto, i sistemi di contabilità condivisa di Facebook e altri sistemi futuri potrebbero non essere affatto su blockchain anche se useranno questo termine, quindi occhi aperti.

Se poi Facebook ancorerà il suo stablecoin a Btc o a Eth, avrà un senso e farà comprendere davvero la volontà di rimanere decentralizzata, altrimenti sarà un nuovo stablecoin senza futuro.

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.