Perchè non devi ragionare da trader con Bitcoin e Ethereum?

Ragionare da Trader con Ethereum e Bitcoin ti porterà a pentirti per tutta la vita

Questi giorni sono fantastici…

Questa è la frase che leggo dappertutto in questi giorni, e sai perchè? Perchè il mercato delle Crypto è verde!!!
E quando leggo questo comprendo sempre più che questo settore ancora raggruppa il 90% di gente comune e solo il 10% di visionari, ma sai chi cambia davvero il mondo? I visionari.

Il 90% della gente comune viene “imbarcata” in una dimensione distorta di questo settore, ed è quello che oggi le balene vogliono, mettere uno specchietto per le allodole e osservare quante allodole cascano nel giochino del trading e mollano le proprie Crypto per le “Lambo”.

Come ho sempre detto il trading in questo settore è il danno peggiore che si possa fare per la mentalità della gente, che probabilmente sta anche guadagnando due spiccioli facendo analisi e previsioni, ma che a lungo termine potrebbero rimpiangere.

Perché Bitcoin ed Ethereum sono in aumento di prezzo?

Ho identificato delle ragioni principali sia per Bitcoin, che per Ethereum, e prendo in analisi questi due progetti, perchè a mio avviso sono gli unici che possono davvero stravolgere e trasformare qualsiasi settore economico e sociale e riportarlo nelle mani dei tanti.

Mentre stai leggendo, tieni presente sempre che per me Prezzo e Valore sono due termini completamente differenti e che i il recupero del mercato è iniziato già diversi mesi fa, poco dopo che Bitcoin è sceso di prezzo (e non di valore).

Il crescente interesse istituzionale, il ritorno dei commercianti al dettaglio e le condizioni estremamente invendute mi fa pensare tuttavia che il “cripto inverno” è ufficialmente finito. Gli eventi degli ultimi mesi hanno solo rafforzato la convinzione che il “peggio” è alle nostre spalle.

Il 2019 è l’anno dell’accumulazione del bitcoin e della Fomo Istituzionale.

Questo è esattamente ciò che si osserva se provi ad uscire dalle dinamiche del trading, negli ultimi quattro mesi Bitcoin, quanto Ethereum, si trovano in una fase di accumulo pesante dall’inizio di marzo. E questo cosa vuol dire in termini pratici? Che ci sono sempre più titolari e meno venditori, almeno fra le balene.

Quindi le Balene, che hanno portato nel 2018 i prezzi giù per poter accumulare a prezzi più vantaggiosi facendo credere che speculassero, oggi diventano acquirenti hodlers, e la cosa fa ridere perchè le persone comuni pensano di fare la cosa più giusta svendendo le proprie monete per valuta senza valore.

E sebbene il Bitcoin sia stato accumulato dall’inizio del 2019, all’inizio del mese di aprile c’è stata una misteriosa balena bitcoin che ha provato a provocare un rally sui prezzi del 20%.

Le balene hanno continuato a trasferire ingenti somme di bitcoin negli ultimi due mesi. La performance della criptovaluta suggerisce che i possessori di grandi dimensioni sono emersi come acquirenti netti piuttosto che come venditori.

Non era sempre ovvio che le balene diventassero compratori.

Ma invece guardando a quello che sta accadendo attorno a noi giorno dopo giorno c’èra da aspettarselo si e probabilmente le balene attivano conti a lunga dormienza.

Whale Alert ha segnalato centinaia di migliaia di BTC in movimento nelle ultime 24 ore. Le balene hanno spostato 167.000 BTC ($ 122 milioni) nell’arco di sole due ore.

Il trader pensa: Potrebbe esserci un’altro Pump in arrivo?

Si deve sicuramente aspettare per capire, ma non potrebbero invece spostare tutto in cassaforte? Aspettandosi qualche blocco su Exchange vari, visto la bufera in cui in questo momento si trovano alcuni grossi Exchange?

Se esci dai grafici per un istante ed entri nella vita reale, non pensando sempre che sia un caso, la ripresa di bitcoin arriva in un momento di maggiore turbolenza politica ed economica che affligge l’economia mondiale e nasce a cavallo con un’altra grossa crisi mondiale (quella del 2008). La guerra commerciale U.S.A-Cina è solo la punta dell’iceberg.

Avevo già correlato anche il breve Pump di Bitcoin in concomitanza con la Brexit, che adesso si fa ancora più vicina.

Il Fondo monetario internazionale, la Banca mondiale e l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici hanno tutti tagliato le loro prospettive sulla crescita economica globale, il debito pubblico mondiale è alle stelle, tre volte superiore della produzione stessa.

Le banche centrali in Europa, Nord America e Asia hanno dovuto ripensare la loro politica monetaria in mezzo ai segnali di rallentamento della crescita e della deflazione.

Contro tutto questo, Bitcoin ha dimostrato in questi mesi il suo valore (e non prezzo) come un’ asset class non correlata e slegata da qualsiasi tipo di ritorsione politica. Fondamentalmente, gli investitori si sentono sicuri nell’usare bitcoin come riserva di valore per proteggersi dalla volatilità globale, così come l’oro, ma ben più comodo ed economico da conservare.

E come più volte detto il grafico dell’oro e quello di Bitcoin sono davvero molto simili.

Lo stato di rifugio di Bitcoin è così forte che è anche riuscito a scrollarsi di dosso molti titoli dannosi all’interno dell’industria della criptovaluta. Questo cambiamento nel sentiment degli investitori non può essere ignorato quando si valuta la tendenza attuale, che è semplicemente un risultato che ci si poteva aspettare guardando tutto il 2018 e parte già del 2019.

Ed Ethereum Invece?

Per Ethereum la questione è ben diversa, indubbiamente è sempre legato come qualsiasi altra altcoin, allo “Stato Umorale di Bitcoin”, che verrà interrotto (a mio avviso) nel momento in cui Ethereum passerà al PoS, e li potremmo vedere il taglio definitivo di questo cordone obelicale.

I movimenti dei prezzi di Ethereum (ETH / USD) nei primi mesi del 2019 potrebbe non essere stati spettacolari come quello di Bitcoin ma c’è molta azione invece dietro le quinte, e le persone comuni ancora non hanno compreso davvero il suo potenziale, sempre perchè guardano al prezzo e non al valore, oppure perchè sono convinti sulla loro nuvoletta rosa che esisterà una sola Blockchain nel mondo, quella di Bitcoin.

Ma secondo un rapporto di Forbes sulle principali società da 50 miliardi di dollari che esplorano la blockchain, quasi la metà delle società quotate lavora con Ethereum per casi di utilizzo aziendale.

Alcuni dei grandi nomi inclusi sono Google, Amazon e Microsoft.

Tutto questo è possibile perché l’Enterprise Ethereum Alliance (EEA) sta creando ponti e collegando le aziende Fortune 500 con esperti di Ethereum.

L’EEA è un’organizzazione la cui missione è accelerare l’adozione della tecnologia blockchain di Ethereum e potenziare tutti i tipi di imprese. In altre parole, l’EEA sta riunendo esperti e grandi imprese per aiutare questa altcoin e rete a raggiungere il suo massimo potenziale.

 
La collaborazione sta inaugurando un’ondata di sviluppi che possono beneficiare della blockchain pubblica di Ethereum e accelerare l’adozione della tecnologia. Queste ragioni spiegano perché Ethereum è una solida scelta da guardare a lungo termine e non per tradare.


L’EEA pone Ethereum davanti alle altre criptovalute, tra cui Litecoin (LTC / USD) e Bitcoin (BTC / USD) in termini di adozione di massa. Questo perché l’EEA è composta da membri di vari settori e industrie in tutto il mondo, tra cui:

  • Bancario
  • Tecnologico
  • Governativo
  • Assistenza sanitaria
  • Farmaceutico
  • Marketing
  • Assicurativo


L’EEA conta oltre 385 membri e alcuni membri includono Advanced Micro Devices (AMD), Mitsubishi UFJ, Cisco Systems, Deloitte, Intel, Samsung e Microsoft, tra gli altri.

Queste aziende stanno contribuendo con risorse umane e know-how per affrontare i problemi reali di implementazione di Ethereum a livello aziendale. Alcuni dei problemi che l’EEA sta affrontando al momento sono:

  • Transazioni più veloci
  • Transazioni più alte al secondo
  • Maggiore sicurezza
  • Privacy dei dati

Ora è importante notare che quasi tutte le aziende associate stanno lavorando su catene private costruite sulla blockchain pubblica di Ethereum. Ciò significa che queste aziende non useranno Ether o la rete pubblica per alimentare le transazioni. Tuttavia, i miglioramenti fondamentali apportati dall’EEA sulle aree chiave citate sono molto probabilmente integrati nella blockchain pubblica.

Ciò pone Ethereum un passo avanti verso l’adozione di massa.

Se sei un investitore a lungo termine o Hodler, Ethereum è il progetto che dovresti tenere d’occhio, insieme a Bitcoin per la sua forma di Asset Class simile all’oro.

L’EEA sta formando una “task force per i token” quest’anno con l’obiettivo di fornire specifiche per i token che possono essere utilizzati su blockchain private ​​basate su Ethereum. La maggior parte di questi token supporterà ERC-20, ed ecco dove diventa interessante per gli investitori.

 
I token ERC-20 non hanno la loro blockchain, quindi si affidano a Ethereum e ciò significa che sono memorizzati in un portafoglio Ethereum e richiedono gas (Ether) per alimentare le transazioni, e dall’ultimo appunto di Vitalik Buterin cofondatore di Ethereum in questi anni il gas stesso è diminuito notevolmente, favorendo appunto le transazioni fra token, come vedi nell’immagine sotto:


Così, le blockchain private non avranno bisogno di Ether per alimentare le transazioni, ma con gli sviluppi guidati dal EEA, il pubblico in generale potrà sfruttare i token per comprare e vendere beni.

Ad esempio, Iveniam Capital Partners (ICP) progetta di mettere a punto beni immobiliari e di debito per un valore di $ 260 milioni sulla blockchain di Ethereum. La società cerca di mettere all’asta le azioni delle attività che saranno rappresentate dai token ERC-20, mentre gli acquirenti potranno acquistare azioni utilizzando qualsiasi criptovaluta nelle prime 50 e riceveranno comunque token ERC-20. In altre parole, Ether verrà comunque utilizzato per inviare i token ai migliori offerenti.

Ultimamente $ 112 milioni di obbligazioni sono state acquistate da una banca francese e messe su Ethereum.

E di esempi del genere ce ne sono già parecchi, ma tu guardi i prezzi e i grafici?

Conclusioni

Quindi Ethereum e Bitcoin devono essere visti a lungo termine, la situazione ideale è vedere meno persone che acquistino queste due crypto solo a fini speculativi.

Fra l’altro il 90% di questi non ci azzeccano minimamente sulle analisi, e il 10% ci azzeccano perchè non guardano candele e movimenti ma perchè guardano tutto il contorno, visto che i prezzi sono estremamente e altamente manipolati.

Le persone e le aziende dovrebbero acquistare queste monete per scopi che hanno un impatto diretto sulle loro attività quotidiane, proprio come quelle sopra menzionate. Questa è la mia idea di investimento sia per Ethereum che Bitcoin, e questo lo si capirà soltanto quando (e non se) la valuta Fiat morirà definitivamente.

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Lorenzograssia.com non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul lorenzograssia.com deve essere presa come consiglio di investimento, né lorenzograssia.com approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.